Il Consiglio di Amministrazione di Neosperience, uno dei principali player nel settore della Digital Customer Experience, quotata su AIM Italia dal 20 febbraio 2019, ha approvato oggi la relazione finanziaria semestrale consolidata al 30 giugno 2021, redatta secondo i principi contabili nazionali (OIC) e sottoposta a revisione contabile limitata.

Dario Melpignano, Presidente di Neosperience, ha commentato: "Il primo semestre dell'anno ha visto un'ottima evoluzione delle nostre attività che si è riflessa in una significativa crescita dei risultati finanziari, in forte incremento rispetto al I semestre 2020. Il Gruppo ha reagito efficacemente alle conseguenze della pandemia, mantenendo il focus su risultati in continua e costante crescita, con un'attenzione ai canoni ricorrenti e alle soluzioni proprietarie che hanno generato un impatto positivo sulla marginalità.

Fra le direttrici strategiche e le evidenze più significative:

  • sviluppo di iniziative nel mondo Health con Ospedali e Istituti di Ricerca per dare un contributo alla ricerca di soluzioni/rimedi ai problemi per il Paese derivanti dalla pandemia, in vista della prossima riconfigurazione del mondo della Sanità europea in chiave digital;

  • accelerazione della strategia di crescita in Italia, con l'obiettivo di rafforzare il ruolo di Neosperience come polo di aggregazione delle realtà più esperte nella realizzazione di prodotti e servizi digital; in quest'ottica si inquadrano sia le importanti acquisizioni di Workup S.r.l. e Myti S.r.l., aziende rispettivamente leader nel digital commerce e nella digitization delle imprese manifatturiere, con una vasta base clienti, sia numerosi altri contatti con primari operatori italiani, prossimi a maturare auspicabilmente entro la fine di quest'anno in ulteriori acquisizioni;

  • rallentamento dell'espansione internazionale, dove la finalizzazione delle trattative in corso richiede che si chiarisca l'evoluzione del quadro pandemico. In particolare, nei confronti del mercato cinese, l'impossibilità di accogliere i turisti ha temporaneamente frenato gli ambiziosi progetti già avviati con Tencent/WeChat; tuttavia abbiamo registrato con soddisfazione l'interesse da parte di numerosi nuovi clienti italiani - in particolare nei settori vitivinicolo e design/arredamento – che hanno scelto di approfittare di questo momento storico per rinnovare e completare gli investimenti digital verso i mercati del Far East;

  • completamento dell'integrazione tra Neosperience e le società entrate a far parte del Gruppo, che ha portato a rilevanti economie di scala e forti benefici dalla messa in comune di conoscenze tecnologiche e di mercato.

Più in generale, le modifiche di abitudini e comportamenti indotte e accelerate dal Covid-19, quali il maggiore ricorso al remote working, all'home delivery e al digital commerce, spingono le aziende ad accelerare l'adozione di tecnologie digital che migliorino l'operatività e rendano più facili ed empatiche le relazioni con i clienti. Questo è ancora più vero per le PMI europee, che per ragioni culturali e dimensionali erano state finora lente nell'effettuare i necessari investimenti per realizzare la propria digital transformation. Neosperience, con la sua offerta di soluzioni e servizi rivolti alle PMI, oggi ancora più completa grazie alle acquisizioni effettuate e a quelle in programma, si posiziona in modo ottimale per servire questo vasto mercato emergente.

Dal punto di vista dell'offerta, sono state messe a punto nuove Solution, basate sull'impiego delle tecniche più avanzate di Intelligenza Artificiale, che hanno trovato ampia accoglienza nei settori in cui operiamo, permettendoci di rafforzare ulteriormente il nostro vantaggio competitivo. Nuove acquisizioni, in fase di avanzata discussione, consentiranno di estendere ulteriormente la gamma di soluzioni offerte e accompagnare ancor più efficacemente i nostri clienti nel loro percorso di creazione delle loro piattaforme di prodotti digitali e nella digitalizzazione delle loro operation."

*Commento ai principali risultati consolidati al 30 giugno 2021 *

**Al 30 giugno 2021 Neosperience ha registrato *ricavi consolidati *pari a Euro 8,8 milioni (+23% rispetto ai 7,1 milioni di Euro al 30 giugno 2020), grazie all'acquisizione di numerosi nuovi clienti (oggi oltre 700, rispetto ai 200 del 2019), e al contributo delle società Myti S.r.l. e ADChange S.r.l. entrate a far parte del perimetro di consolidamento nel corso del secondo semestre 2020.

L'*EBITDA *si è attestato a Euro 3,114 milioni, con un significativo incremento del 27,3% rispetto all'analogo valore del 30 giugno 2020, con un'incidenza del 35,5% sui ricavi, sempre molto elevata grazie al rilevante contributo delle attività scalabili. Questi importanti risultati, a maggior ragione poiché raggiunti in un periodo difficile per l'economia italiana, evidenziano la solidità del modello di business Neosperience, basato su una crescente pluralità di competenze e di mercati che diversifica il rischio di dipendenza da poche linee di attività. È inoltre costante l'attenzione e l'impegno da parte di tutta la squadra per il mantenimento di elevati margini di vendita e l'apprezzamento dei prodotti e servizi di Neosperience da parte del mercato. I consistenti investimenti sulle piattaforme Neosperience effettuati dal Gruppo per far fronte all'evoluzione della tecnologia e sviluppare nuove Solution hanno comportato un notevole incremento dei valori di attivo immobilizzato: le immobilizzazioni immateriali nette sono salite a oltre 18 milioni, rispetto a 12,3 milioni alla fine del primo semestre 2020. Tutto questo nel primo semestre 2021 si è riflesso in modo significativo anche sull'ammortamento delle immobilizzazioni immateriali, per cui gli ammortamenti nel primo semestre 2021 sono stati pari a Euro 1,9 milioni rispetto a Euro 1,8 milioni del primo semestre 2020, peraltro inclusivi anche dell'ammortamento del goodwill sulle partecipazioni acquisite.

L'*EBIT *del I semestre 2021, in linea con l'EBITDA, è fortemente cresciuto dell'83%, passando da Euro 655 migliaia ad Euro 1,196 milioni.

L'*utile netto *del gruppo è stato pari a Euro 234 migliaia, in significativo incremento rispetto al semestre precedente (+24,5%), così come l'utile al lordo degli interessi di terzi.

Il patrimonio netto di Gruppo al 30 giugno 2021, grazie anche al consolidamento di Myti S.r.l. e ADChange S.r.l. avvenuto nel corso del secondo semestre 2020, è salito a Euro 16,8 milioni, rispetto ai 16,0 milioni del 31 dicembre 2020.

L'*indebitamento finanziario netto *ammonta a Euro 5,9 milioni rispetto a Euro 5,4 milioni al 31 dicembre 2020 e a Euro 2,8 milioni al 30 giugno 2020, in parte per effetto delle acquisizioni effettuate nel periodo, il cui esborso è stato finanziato in parte emettendo nuove azioni Neosperience e in parte attingendo a nuove linee di credito a medio termine.

*Eventi successivi al 30 giugno 2021 *

**Nella seconda parte dell'anno è proseguita l'attività volta ad acquisire nuovi prestigiosi clienti nei settori: turismo, health, pharma, energy & utility e servizi finanziari per la realizzazione di progetti basati sulle Solution in portafoglio.

Sono proseguite con successo le attività di cross-selling, che aiutano a valorizzare le relazioni con i clienti già attivi presso ciascuna società del Gruppo: ci attendiamo un ulteriore impulso alle vendite derivante dall'intensificazione di questa attività che, avviata alla fine dello scorso anno, ha già prodotto risultati molto positivi.

Proseguono le esplorazioni per nuove acquisizioni; va sottolineato che nelle operazioni di acquisizione finora completate si è verificato un ottimo livello di integrazione e collaborazione e questo grazie soprattutto al positivo atteggiamento di tutti gli imprenditori entrati nel nostro gruppo, che hanno condiviso il disegno imprenditoriale e gli obiettivi comuni sin dai primi momenti della collaborazione con Neosperience.

Dal punto di vista del mercato, le previsioni di crescita nei prossimi tre anni sono fortemente condizionate dall'attuazione nel PNRR. Il Rapporto Anitec-Assinform 2021 delinea quattro scenari, in base all'utilizzo annuale dei fondi stanziati.

Dall'impiego dei fondi del PNRR previsti per gli investimenti in digitale il mercato potrebbe avere un ulteriore incremento di 3,6 miliardi di Euro, raggiungendo un volume di 77,6 miliardi di Euro. Questo porterebbe la crescita del *mercato digitale *nel 2021 all'8,5% rispetto ad una previsione del 3,5% inizialmente previsto. In un'ipotesi ottimistica di utilizzo completo dei fondi allocati annualmente, il mercato digitale italiano crescerà fino a 95 miliardi di euro nel 2024. I settori che potranno avere maggiori impatti dall'impiego dei fondi previsti dal PNRR per il digitale sono i principali settori in cui opera Neosperience: Sanità, Industria, Telecomunicazioni, Travel & Transportation ed Energy & Utilities, Pubblica Amministrazione.

(GD - www.ftaonline.com)