Mercato azionario giapponese sotto la parità. Il Nikkei 225 ha terminato la seduta odierna a 26604,84 punti, -0,27% rispetto alla chiusura precedente (26677,80). Movimenti laterali per l'indice nipponico sotto il massimo del 6 maggio a 27072, riferimento che per tre volte finora ha respinto le velleità rialziste. Una vittoria confermata in chiusura di seduta su questo ostacolo completerebbe il potenziale testa e spalle rialzista in formazione dal 27 aprile e lancerebbe i prezzi verso la linea discendente tracciata dal top pluriennale di settembre a 30795 (ora in transito per 27450 circa) e il top del 21 aprile a 27580. Oltre queste resistenze statiche e dinamiche si creerebbero le condizioni per un allungo verso il picco del 25 marzo a 28338, con possibilità di riattivazione del rally originato dal minimo del 9 marzo a 24681 e la conseguente prospettiva di ritorno sui 30795 (tappe intermedie a 29350-29400 e 29800). Discese sotto il minimo di giovedì scorso a 26150 riporterebbero invece in primo piano il rischio di un test dei supporti a 25650-25700, decisivi nel breve periodo. In caso di rottura verrebbe infatti ripristinato il movimento ribassista in essere dal 25 marzo con appoggio sulla linea ascendente tracciata da marzo 2020 (attualmente in transito per 25550 circa), ultimo sostegno utile a scongiurare il ritorno sui 24681.

(Simone Ferradini)