Mercato azionario giapponese negativo. Stamattina il Nikkei 225 ha chiuso a 28147,51 punti, -1,61% rispetto alla seduta precedente (28608,59). L'indice nipponico perde ulteriore terreno e rompe anche i supporti rappresentati dalla base del canale che conduce il rally da marzo 2020 (attualmente in transito per 28500 circa) e dai minimi allineati di marzo-aprile a 28300-28400. Tutto ciò ha creato le premesse per un peggioramento del quadro grafico di breve-medio periodo: una stabilizzazione sotto i riferimenti citati aprirebbe le porte ad approfondimenti sui 26300-26900 almeno (fase laterale dello scorso dicembre), con appoggio successivo sui 24000-24500. Nuovi segnali rialzisti solo al superamento di 28750-28800 per un attacco a 29500-29600. In caso di successo via libera verso 30100-30200 e quota 30700 (massimo dal 1990 toccato il 16 febbraio).

(Simone Ferradini)