Mercato azionario giapponese chiuso per festività per tre giorni consecutivi: riaprirà domani giovedì 6 maggio. Nella seduta precedente (venerdì 30 aprile) il Nikkei 225 aveva terminato a 28812,63 punti, -0,83% rispetto al giorno prima (29053,97). L'indice nipponico è sceso a mettere pressione sui primi supporti a 28750-28800, decisivi nel brevissimo per scongiurare un test di 28300-28400, dove troviamo i minimi allineati di marzo-aprile e la base del canale che conduce il rally da marzo 2020. L'eventuale violazione di questi ultimi sostegni introdurrebbe approfondimenti sui 26500-27000 almeno. Primi segnali di forza oltre 29200-29250, operazione che creerebbe le condizioni per il ritorno in pianta stabile oltre 29500-29600 e soprattutto per il superamento di 30200, prologo a un attacco a quota 30700 (massimo dal 1990 toccato il 16 febbraio): in caso di successo assisteremmo alla riattivazione della tendenza ascendente di fondo verso il lato superiore del canale citato in precedenza (attualmente in transito per 33050 circa) e area 33300 (massimo del giugno '90).

(Simone Ferradini)