Nuovi record negativi per Eprice (-15,28%) dopo il ritiro dell'offerta da parte di operatore italiano grande distribuzione. Il titolo ha raggiunto a 0,0441 il livello più basso di sempre, inferiore ai minimi di maggio a 0,0477 e a quelli di ottobre 2020 a 0,0515, alimentando i timori di riattivazione del downtrend. Eventuali reazioni verso 0,055 euro potrebbero allentare le tensioni senza tuttavia modificare lo scenario.

(CC - www.ftaonline.com)