Nuova chiusura record per l'S&P 500 a 4255,16 punti (+0,18%). L'indice americano prosegue senza sosta la corsa verso i 4300 punti, sostenuto dalla media mobile esponenziale a 8 sedute, passante da 4230 circa. La chiusura di ieri rafforza l'idea che i prezzi possano continuare a crescere anche più in alto fino ad area 4400. Tuttavia, le scadenze tecniche di venerdì 18 giugno potrebbero alimentare la volatilità e determinare repentini scostamenti dei prezzi. Eventuali flessioni fino ad area 4200 andrebbero considerate un aggiustamento correttivo. Anche discese fino a 4160 punti non modificherebbero lo scenario rialzista di brevissimo periodo. I timori di una correzione di tutto il rialzo degli ultimi mesi verrebbero invece confermati nel caso in cui i prezzi dovessero piombare sotto area 4050, minimi di maggio, cui seguirebbe una pericolosa accelerazione al ribasso.

(CC )