*OMER *– società attiva nel settore della componentistica e arredi interni per mezzi di trasporto ferroviario – nel corso della seduta odierna del Consiglio di Amministrazione ha esaminato i dati consolidati al 30 giugno 2021 e approvato la relazione semestrale consolidata (la Società non espone un confronto con dati precedenti in conseguenza del fatto che la stessa elabora e comunica, in questa occasione, per la prima volta, dati semestrali consolidati). Il *Valore della Produzione *è risultato pari a € 27,4 milioni, con un *EBITDA *pari a € 7,9 milioni ed un *EBITDA margin *(rapporto tra EBITDA e Valore della Produzione) pari al 28,8%.

La *Posizione Finanziaria Netta *consolidata è risultata positiva e pari a € 3,4 milioni.

Il Backlog, elaborato non prendendo in considerazione le opzioni future non ancora esercitate sui contratti acquisiti ("soft backlog"), è pari a € 132,6 milioni (il valore del backlog elaborato al 30 aprile 2021 e riportato nel Documento di ammissione era pari a circa 130 mln di Euro di backlog e a circa 265 mln di Euro di soft backlog).

Tali valori sono in linea con le guidance indicate in fase di quotazione, con un Valore della Produzione 2021 atteso pari a circa € 53 milioni, un EBITDA pari a circa € 14,5 milioni ed un EBITDA margin pari a circa il 27% (ipotizzando che l'acquisizione di Omer NA sia avvenuta in data 1° gennaio 2021 anziché in data 31 maggio 2021).

Giuseppe Russello, Amministratore Delegato di Omer S.p.A., ha commentato: "Siamo soddisfatti dei risultati raggiunti nel primo semestre di quest'anno, che sono in linea con le guidance annunciate dalla Società in sede di quotazione e che ci rendono confidenti per il raggiungimento degli obiettivi indicati per il 2021. Ci fa piacere osservare come il mercato finanziario sia interessato alla nostra Società, fatto di cui abbiamo avuto ulteriore riscontro in occasione dell'evento organizzato da Intermonte dal titolo 'Le Eccellenze del Made in Italy', che si è svolto a Stresa il 23 e 24 settembre scorso, dove abbiamo incontrato numerosi investitori nazionali raccogliendo molti apprezzamenti. Riteniamo che nei prossimi mesi, anche grazie alle ingenti risorse finanziarie messe a disposizione dall'Unione Europea per il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), che porterà *circa 25 miliardi di euro a favore dello sviluppo e ammodernamento delle infrastrutture ferroviarie *nel nostro Paese, ci possa essere un ulteriore interesse da parte degli investitori per il settore in cui operiamo. Per quanto riguarda il futuro di Omer abbiamo diversi progetti in cantiere a partire dal potenziamento del sito statunitense. Sul fronte del prodotto studieremo con cautela le opportunità di crescita del nostro business verso segmenti di mercato contigui".

*PRINCIPALI RISULTATI ECONOMICO-FINANZIARI AL 30 GIUGNO 2021 *

**Il primo semestre 2021 registra un Valore della Produzione Consolidato pari a € 27,4 milioni, quasi interamente ascrivibili alla Capogruppo OMER S.p.A. in quanto i valori della società controllata OMER North America Corp. vengono consolidati soltanto a partire dal 31 maggio 2021, data di acquisizione della stessa. La Società è stata impegnata nella prosecuzione dei contratti acquisiti negli scorsi anni, principalmente per i clienti Hitachi e Alstom/Bombardier. In particolare, l'attività produttiva ha riguardato i progetti "Caravaggio" di Hitachi e i progetti "Regio 2N", "Movia C30" e "ReR" per il cliente Alstom/Bombardier.

L'EBITDA, pari a € 7,9 milioni, ha un'incidenza pari al 28,8% dei ricavi leggermente superiore alla guidance indicata in sede di quotazione pari a circa il 27%. Dopo ammortamenti e svalutazioni per € 0,8 milioni, l'EBIT si attesta a € 7,1 milioni, con un'incidenza pari al 25,8% dei ricavi.

L'utile di esercizio è pari a € 5,0 milioni, dopo oneri finanziari sostanzialmente pari a zero e imposte d'esercizio stimate a € 2,1 milioni senza considerare l'impatto del Patent Box. Lo Stato Patrimoniale consolidato presenta Immobilizzazioni Immateriali pari a € 5,5 milioni. In tale saldo è ricompreso il valore delle opere di miglioria apportate sul "Plant B", oggetto di scissione immobiliare in favore della Betha S.r.l. e non trasferite in sede di scorporo.

Il saldo delle Immobilizzazioni Materiali, pari a € 6,4 milioni, è relativo a immobili, impianti e macchinari, ivi compresi gli effetti dell'iscrizione dei leasing attivi per la Capogruppo, secondo quanto previsto dalla IAS 17.

Il Magazzino merci e prodotti finiti, pari a € 9,6 milioni, oltre al valore del magazzino materie prime, include il valore dei prodotti finiti depositati presso i depositi di prossimità dei clienti Alstom e Bombardier nonché il valore dei Work in progress (WIP), cioè dei prodotti in corso di lavorazione alla data di bilancio.

Sia il valore dei prodotti finiti che dei WIP è esposto al costo di produzione. I Crediti verso clienti, pari a € 9,6 milioni, comprendono i crediti verso i clienti nazionali ed esteri. La voce Crediti per operazioni di factoring, pari a € 7,5 milioni, espone il saldo della posizione relativa all'operazione di "factoring pro soluto con maturity" intrattenuta con Unicredit e inerente all'intero ammontare dei crediti detenuti nei confronti di Hitachi Rail Italy.

I Debiti commerciali, pari a € 9,4 milioni, comprendono il saldo di quanto dovuto ai fornitori dal Gruppo. Nella voce Altre passività, pari a € 12,5 milioni, sono ricompresi i debiti di natura tributaria, i debiti verso i soci per dividendi da pagare ed i ratei e risconti passivi.

Il *Patrimonio Netto *risulta pari a € 22,2 milioni. La Posizione Finanziaria Netta è positiva e pari a € 3,4 milioni con un valore di debiti verso banche pari a € 7,4 milioni e disponibilità liquide pari a oltre € 13,2 milioni. Il portafoglio ordini (backlog) si attesta al 30 giugno 2021 a circa € 132,6 milioni.

*PRINCIPALI FATTI DI RILIEVO SUCCESSIVI ALLA CHIUSURA DEI PRIMI SEI MESI DELL'ESERCIZIO *

**In data 4 agosto 2021 il titolo della Società (ticker OMER.MI) ha debuttato sul mercato AIM Italia organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A. – Gruppo Euronext. In data 30 agosto 2021 la Società ha comunicato che Intermonte SIM S.p.A., in qualità di Global Coordinator nel processo di ammissione e negoziazione delle azioni ordinarie della società su AIM Italia, ha proceduto all'esercizio integrale dell'opzione Greenshoe.

*EVOLUZIONE PREVEDIBILE DELLA GESTIONE *

**L'emergenza sanitaria derivante dalla diffusione del virus COVID-19, dichiarata pandemia mondiale l'11 marzo 2020 dall'OMS, in Italia come nel resto del mondo ha avuto nell'ultimo anno e mezzo, e continua tuttora ad avere, notevoli conseguenze anche a livello economico. Si ritiene opportuno, pertanto, dare una adeguata informativa in relazione agli effetti patrimoniali economici e finanziari che la stessa potrà avere sull'andamento della nostra società In particolare:

  • in merito alla gestione finanziaria, la Società è pienamente in grado di sostenere i suoi fabbisogni, sia di natura corrente che necessaria al completamento degli investimenti in corso;

  • per quanto attiene alla gestione economica, in assenza di ulteriori fermi produttivi connessi alla pandemia, ipotesi alquanto remota vista l'ampia campagna vaccinale in atto da parte delle istituzioni sanitarie preposte e la fase di regressione della curva dei contagi, si ritiene che l'azienda sarà in grado di confermare l'ottimo andamento registrato nel corso del semestre;

  • in ultimo, in merito alla gestione patrimoniale, la Società si adopererà al fine di contenere i fabbisogni di capitale circolante, necessario a sostenere il processo produttivo, mediante l'ottimizzazione degli acquisti e delle scorte ed un'attenta gestione dei crediti verso clienti.

A tal riguardo, sulla base delle attuali previsioni e dei risultati già raggiunti nel corso del periodo, si ritiene dunque che la società sia dotata di adeguate risorse finanziarie e patrimoniali per continuare ad operare come entità in funzionamento nel prossimo esercizio. Tale situazione patrimoniale è stata ulteriormente fortificata dalla raccolta di fondi rinvenienti dall'operazione di quotazione presso il mercato AIM Italia – gruppo Euronext, pari a 12,2 milioni di euro.

Per quanto sopra descritto, il secondo semestre 2021 vedrà il Gruppo proseguire nella realizzazione dei progetti già da tempo avviati nonché nello sviluppo dei progetti di recente acquisizione. Va tuttavia segnalato come, nel corso dell'ultimo periodo, l'azienda stia registrando alcune tensioni, sia in termini di disponibilità che di prezzo, di diversi materiali necessari per la realizzazione dei nostri prodotti.

Al momento riteniamo la situazione sia ancora gestibile, soprattutto nell'ottica dell'orizzonte temporale del 31 dicembre 2021, ma non possiamo non tenere in considerazione il fatto che un eventuale peggioramento delle condizioni di acquisto sul mercato delle materie prime e dei semilavorati potrebbe avere ripercussioni nel 2022.

Il portafogli ordini (backlog) alla data del 30 giugno presentava un valore a € 132,6 milioni. Tale valore è in grado di garantire una visibilità pari ad almeno di due anni di attività. Dal punto di vista degli investimenti, la Capogruppo OMER S.p.A. sarà impegnata nel completamento del "Plant B", ultimando in particolare la ristrutturazione del "Plant B3" che verrà dotato di un nuovo impianto di verniciatura a liquido che lo renderà pienamente operativo nella realizzazione dei progetti in corso (il completamento delle attività è attualmente previsto entro il primo semestre 2022).

(GD - www.ftaonline.com)