Piazza Affari ha aperto la settimana in deciso rialzo: FTSE MIB +1,82%, FTSE Italia All-Share +1,84%, FTSE Italia Mid Cap +2,16%, FTSE Italia STAR +2,25%.
BTP e spread in netto miglioramento. Il rendimento del decennale segna 0,66% (chiusura precedente a 0,78%), lo spread sul Bund 100 bp (da 105) (dati MTS).
Circa due ore dopo l'apertura di Wall Street i principali indici americani sono in netto rialzo, tutti oltre i 2 punti percentuali di guadagno. Nel pomeriggio l'Institute for Supply Management ha reso noto che, negli Usa, l'Indice ISM Manifatturiero nel mese di febbraio si è attestato a 60,8 punti dai 58,7 punti del mese precedente. Il dato è risultato superiore alle attese degli analisti che avevano stimato un valore dell'indice pari a 58,8 punti. Il Census Bureau ha invece comunicato che la spesa per le costruzioni e' cresciuta del'1,7% a gennaio dopo essere aumentata dell'1,1% a dicembre (dato rivisto da +1%), risultando superiore alle attese degli economisti fissate su un aumento dello 0,8%.
A Milano in evidenza tutto il comparto finanziario: Unipol +4,4%, Unicredit +3,58%, Mediobanca +3,46%.
Molto bene il risparmio gestito: Azimut +4,68%, Poste Italiane +4,51%, Banca Mediolanum +3,32%, Banca Generali +3,4%. Brilla Anima Holding +5,13% che chiude il 2020 con utile netto a 155,4 milioni di euro (+7% sui 145,8 milioni del 2019). L'utile netto normalizzato (che non tiene conto di costi o ricavi straordinari e/o non monetari fra i quali gli ammortamenti di intangibili a vita utile definita) è stato pari a 197,1 milioni (+6% rispetto ai 185,1 milioni del 2019). Il cda proporrà all'assemblea degli azionisti la distribuzione di un dividendo pari a 0,22 euro per azione (+7,3% rispetto al dividendo a valere sull'esercizio 2019).
Leonardo +3,92% in accelerazione: la controllata Leonardo DRS ha depositato presso la SEC (omologa americana della Consob) il documento per procedere alla quotazione di una quota di minoranza delle sue azioni ordinarie al NYSE. Il numero di azioni da collocare e la fascia di prezzo del collocamento non sono ancora stati determinati. Il perfezionamento dell'operazione è atteso entro la fine di marzo 2021, come anticipato dalle indiscrezioni del Messaggero del 19 febbraio.
Atlantia +3,8% brillante dopo che il cda di venerdì ha sostanzialmente rigettato l'offerta del consorzio Cdp-Blackstone-Macquarie per l'88% di Autostrade per l'Italia, definendola "inferiore alle attese, fondate su concrete e coincidenti valutazioni di advisor indipendenti, e non coerente, nei termini sia economici che contrattuali proposti, con l'interesse di Atlantia e di tutti gli stakeholders". Il board ha dato mandato e presidente e a.d. di verificare "la possibilità di introdurre i necessari sostanziali miglioramenti". Intanto però è stato deciso di convocare l'Assemblea Straordinaria il 29 marzo per la proroga al 31 luglio 2021 del termine (originariamente fissato al 31 marzo 2021) del processo di "dual track" avviato il 24 settembre 2020.
In contro tendenza STM (-1,75%) che perde quota dopo l'annuncio della chiusura definitiva di Wuhan Hongxin Semiconductor Manufacturing Co. (HSMC). Il produttore di microchip era stato fondato nel 2017 da ex manager di Taiwan Semiconductor Manufacturing Company (TSMC).
Intred +6,35% accelera dopo aver ricevuto da parte di Infratel Italia (società del Ministero dello Sviluppo Economico) l'aggiudicazione della gara per la fornitura di connettività Internet a banda ultralarga per le sedi scolastiche del territorio lombardo. Il valore dell'operazione è di 39,4 milioni di euro per una fornitura di 5 anni.

(AC - www.ftaonline.com)