OVS (+10,43%) si slancia verso i massimi di marzo a 1,58 euro tornando a premere contro il lato superiore del canale che sale dai minimi autunnali. Ulteriori segnali di forza giungerebbero oltre questo limite per obiettivi ipotizzabili a 1,73 euro, per la chiusura del gap del 24 febbraio 2020. Discorso diverso, invece, nel caso in cui area 1,58 respingesse l'attacco dei compratori. In quel caso possibili ripiegamenti verso 1,40 e 1,26/1,30.

(CC - www.ftaonline.com)