OVS (+7,32%) rompe gli indugi e raggiunge a 1,865 il livello più alto da febbraio 2020, senza mostrare segnali di eccesso sui principali oscillatori grafici, ancora in zona di neutralità. Il rialzo potrebbe dunque raggiungere target a 1,98 e 2,16 circa. La tendenza rialzista sarà preservata fintanto che i supporti a 1,63 resteranno intatti.

(CC - www.ftaonline.com)