Approvati i risultati trimestrali e semestrali di OVS. Ecco in sintesi alcune delle indicazioni principali.

  • Raggiunto il 9% di quota di mercato, che aumenta di quasi 100Bps in un anno, grazie all'ottimo andamento della rete di negozi a parità di perimetro e delle vendite online.

  • *Vendite nette nel trimestre *in aumento del +35,4% sullo stesso periodo del 2020 e superiori a quelle del 2019 dell'11%, sebbene alcuni week end di maggio siano ancora stati soggetti a restrizioni. Il semestre ha riportato vendite nette pari a €599,2 milioni, in crescita del +59,5% sul 2020. Le Vendite online realizzate tramite il sito web ovs.it sono cresciute del 30% rispetto al 2020 e del 77% rispetto al 2019. La base di clienti fidelizzata ha raggiunto ad oggi i 4,7 milioni (+12% in un anno), mentre continuano a crescere i clienti che acquistano sia online che sul canale fisico.

  • *EBITDA rettificato del secondo trimestre *pari a €54,5 milioni, in crescita del +50,9% rispetto a €36,1 milioni del 2020 e del +45,7% rispetto a €37,4 milioni del 2019. L'ottimo andamento delle vendite, il buon controllo sul versante dei costi ed un'attenta gestione dei mark-down, hanno consentito di generare nel secondo trimestre il livello di EBITDA più alto di sempre. Positivo anche il risultato rettificato prima delle imposte, nel trimestre pari a €33,5 milioni.

  • *Posizione finanziaria netta rettificata *a €318,2 milioni, in sensibile diminuzione rispetto a quella del 31 luglio 2020, ma anche in riduzione di €95,4 milioni rispetto a quella riportata prima della pandemia al 31 luglio 2019. Il secondo trimestre dell'anno ha visto una generazione di cassa pari a €75,7 milioni, ai quali si aggiungono €81 milioni derivanti dall'Aumento di Capitale concluso a luglio (per un totale complessivo di €156,7 milioni). Ancora in forte crescita la quota di mercato di OVS Record di EBITDA e di generazione di cassa nel secondo trimestre

*Commento dell'Amministratore Delegato, Stefano Beraldo *

  • *"Siamo molto soddisfatti dei risultati del secondo trimestre dell'anno, i migliori di sempre per il nostro Gruppo in termini di redditività e di generazione di cassa. Le vendite dell'ultimo trimestre sono aumentate del 35% rispetto al 2020, ed ancor più rilevante, dell'11% rispetto al 2019, nonostante un mercato ancora in contrazione, nello stesso periodo, del -4,7%. Tale andamento ha consentito di recuperare buona parte delle vendite perse per i lockdown subiti nei primi tre mesi dell'anno.

Tutto questo ha comportato un ulteriore aumento della quota di mercato, che ha ora raggiunto il 9%: OVS è il Gruppo che è cresciuto di più in termini di quota anche nell'ultimo trimestre, ed anche rispetto ai player internazionali operanti solo attraverso i canali digitali, testimonianza del fatto che la multicanalità continua a rappresentare un fattore determinante nel mercato in cui operiamo, e che il nostro Gruppo ne sta beneficiando.

Aumentano del 12% i clienti fidelizzati, che per ciascun acquisto spendono mediamente circa il 18% in più rispetto allo scontrino medio dei clienti non iscritti al nostro «loyalty program», e che rappresentano ormai oltre il 40% delle nostre vendite. Aumenta anche il numero dei clienti che acquistano regolarmente sia online che offline. L'andamento delle vendite si è tradotto in una rimarchevole generazione di EBITDA e di cassa nel periodo maggio-luglio.

L'EBITDA, pari a €54,5 milioni, è risultato in crescita del 51% rispetto al 2020 e del 46% rispetto al 2019; sempre nel secondo trimestre, la generazione di cassa è stata pari a €75,7 milioni, a cui si aggiungono €81 milioni derivanti dall'Aumento di Capitale; tale flusso ha consentito al Gruppo di chiudere il periodo con una posizione finanziaria netta in miglioramento di €95 milioni rispetto a quella riportata prima della pandemia a luglio 2019.

Risulta pertanto evidente come, escludendo il ricorso all'aumento di capitale, siamo riusciti ad assorbire interamente la perdita di cassa causata dagli effetti delle chiusure del 2020, anticipando di fatto il deleverage atteso, e disponiamo ora di sufficienti risorse per vagliare tutte le opportunità di M&A che il mercato offrirà nel breve e nel medio periodo. I principali dati finanziari consuntivati confermano che gli elementi di discontinuità implementati nella strategia del Gruppo nell'ultimo periodo, stanno continuando a produrre risultati sempre più tangibili.

I nuovi brand di terzi inseriti nell' offerta commerciale di OVS stanno attraendo nuovi clienti, consentendo da un lato un ottimo «cross-selling» con i brand di proprietà del Gruppo e dall'altro una migliore gestione dello stock in alcune categorie di prodotto. Alcuni tra questi, in particolare nel reparto donna, hanno avuto performance straordinarie, con vendite al metro quadro anche raddoppiate rispetto alla media, trascinando questo segmento ad essere quello con il migliore andamento nel trimestre.

Anche i brand di proprietà del Gruppo stanno contribuendo ad un importante arricchimento della proposta commerciale, consentendo di coprire alcuni posizionamenti superiori in termini di qualità e prezzo, aumentando le vendite al metro quadro. Un evidente caso di successo in tale contesto è rappresentato dal brand Piombo, lanciato lo scorso autunno/inverno e dedicato al segmento uomo, le cui performance sono state molto positive anche nel periodo primavera estate.

La collezione autunno/inverno di quest'anno ha invece visto il lancio del brand Piombo anche per la donna, ed i primi segnali lasciano presagire che il successo contraddistinguerà anche questa categoria merceologica. Anche la business unit Upim sta proseguendo con successo il piano di espansione, sempre più presente in una logica di prossimità, consentendo da un lato un'offerta completa e vicina ai bisogni di tutti i giorni, e dall'altro di permettere ad imprenditori proprietari di negozi multimarca, la cui quota di mercato è risultata essere ancora in contrazione nell' ultimo anno, una valida alternativa imprenditoriale.

Non per ultimo, di recente è stata lanciata la nuova Stefanel. La collezione, mantenendo l'heritage del brand, riconosciuto in Italia ed all'estero, è stata oggetto di una rivisitazione che l'ha resa più contemporanea, con prezzi che, pur mantenendo una qualità di primo livello grazie alla capacità di sourcing del Gruppo, sono diminuiti di oltre il 30%.

Riteniamo che le innovazioni introdotte sul fronte dell'offerta commerciale, tra cui quelle descritte, rappresentino i pilastri del rinnovato posizionamento del nostro Gruppo: siamo una piattaforma multi-canale, contemporanea, accessibile, che propone moda «easy to wear» principalmente destinata alle famiglie italiane, sostenibile e lontana dal concetto di «fast fashion». Il nostro Gruppo non è solo un retailer tradizionale, verticalmente integrato, ma è oggi il player con una delle più grandi e strutturate supply chain a livello europeo, e con un impareggiabile know-how nel segmento bambino (la quota di mercato in Italia ha raggiunto il 22,2% a valore ed il 31,3% a quantità).

Il processo di digitalizzazione sta proseguendo a ritmi sostenuti, consentendo di aumentare la flessibilità del Gruppo, ridurre i costi, aumentare l'efficienza delle operations. Solo per citare alcuni esempi, nel corso del primo semestre del 2021: (i) è stata estesa ad ulteriori 250 negozi in franchising, la possibilità di avere accesso a «tutto l'assortimento in un click», che consente di vendere in negozio, tramite l'i-pad, capi non presenti nei punti vendita; (ii) è stata rilasciata la prima fase dell' «Operational platform & order manager», che una volta completata entro la fine dell'anno, permetterà di dare accesso in tempo reale da tutte le piattaforme digitali a tutto lo stock di OVS, di fatto consentendo, tra le altre cose, di avvalersi a tutti gli effetti dei punti vendita come «hub» per la distribuzione dei capi nel territorio; (iii) è stato reso operativo il rilascio del nuovo PLM («Product Lifecycle Management») che permette di integrare tutti i dati di prodotto, dalla fase di R&D a quella della spedizione; (iii) prosegue inoltre il progetto di revisione del modello di distribuzione nei punti vendita che, grazie ad algoritmi predittivi, consente di migliorare i criteri di distribuzione del prodotto, cogliendo le caratteristiche socio demografiche della clientela.

Tutti i progetti di digitalizzazione implementati pongono la sostenibilità al centro: essi consentono, insieme ai servizi di multicanalità, di ridurre le emissioni di CO2 ed il consumo di risorse naturali grazie al maggior controllo dei fornitori e della merce acquistata nei diversi paesi di approvvigionamento, alla diminuzione dei viaggi, ed all'ottimizzazione delle spedizioni di merce «inbound» ed «outbound».

Ciò è permesso anche grazie al solido controllo su tutta la catena di fornitura: la meticolosità dell'informativa richiesta per collaborare con il nostro Gruppo ha consentito recentemente allo stesso di posizionarsi al primo posto nel Fashion Transparency Index, indice che analizza le performance di 250 tra i principali marchi e retailer di moda del mondo in termini di trasparenza. Digitalizzazione da un lato, caratteristiche intrinseche della nostra offerta commerciale dall'altro (less «fast fashion», più «durable» e «cross-season»), stanno consentendo al nostro Gruppo, come avvenuto lo scorso anno, di gestire in maniera efficace alcuni inevitabili ritardi di consegna di merce a causa della pandemia in certi paesi di approvvigionamento e delle inefficienze sul fronte delle spedizioni di merce che sta caratterizzando il mondo intero: non riteniamo pertanto che l'attuale contesto possa causare impatti significativi sull'evoluzione della top-line e della profittabilità di Gruppo nel prosieguo dell'anno in corso.

Ringraziamo i nostri azionisti per il successo dell'operazione di Aumento di Capitale conclusosi il 30 luglio di quest'anno, interamente sottoscritto: crediamo che la fiducia riposta rappresenti una valida testimonianza della condivisione delle linee strategiche intraprese, e siamo convinti che queste consentiranno di creare valore nel breve e nel medio-lungo periodo".

I dati del semestre desumibili dal comunicato stampa originale indicano:

|€ mln |31.07.2021 Reported |31.07.2021 Rettificato |31.07.2020 Reported |31.07.2020 Rettificato |Var. (Rettificato) |Var. % (Rettificato) |
|Vendite Nette |599,2 |599,2 |375,1 |375,7 |223,5 |59,5% |
|Gross Margin |351,1 |350,2 |216,7 |222,9 |127,4 |57,2% |
|GM% |58,6% |58,4% |57,8% |59,3% | |(86ppt)|
|EBITDA |160,8 |60,1 |48,1 |2,1 |58,1 |2.826,2% |
|EBITDA% |26,8%|10,0% |12,8%|0,5%| | +949ppt |
|EBIT |56,9 |31,7 |(55,8)|(26,5)|58,1 | 219,6% |
|EBIT% |9,5% |5,3% |(14,9%) |(7,0%)| | +1.233ppt |
|PBT |27,0 |20,0 |(97,6)| (37,0)|56,9| 154,0% |
|Risultato del periodo |17,0 |13,0|(75,9) |(29,7) |42,7| 143,6% |
|Indebitamento finanziario netto |1.205,9 |318,2 |1.303,2 |410,6|92,5| 22,5% |
|Quota di mercato| 9,0%| 8,1% |+96ppt|

(GD - www.ftaonline.com)