Per Blackwells Capital Peloton Interactive deve licenziare il chief executive John Foley e considerare una vendita. Secondo fonti citate dal Wall Street Journal, il fondo attivista, che detiene meno del 5% del capitale dell'azienda newyorkese (specializzata in attrezzature ginniche e in corsi di fitness in streaming), ritiene che Peloton potrebbe essere un interessante obiettivo d'acquisizione di altre aziende operanti nel settore o di qualche big tecnologico (probabile che pensi a Apple, fresca del lancio del suo servizio Apple Fitness+). Blackwells sostiene che Peloton sia oggi più debole di quanto fosse prima dello scoppio della pandemia di coronavirus (che pure ha aiutato il business a crescere significativamente) e attribuisce gran parte della responsabilità proprio a Foley. Giovedì scorso Peloton era crollata del 23,93% al Nasdaq, dopo che la Cnbc aveva riportato di un possibile stop alla produzione a causa del crollo della domanda. Successivamente il titolo aveva recuperato parzialmente ma rimane sotto ai 29 dollari del pricing dell'Ipo del settembre 2019.

(RR - www.ftaonline.com)