Secondo Richard Clarida, vice chairman del Board of Governors della Federal Reserve (Fed), il via libera per un ritorno all'aumento del costo denaro potrebbe già arrivare nel 2022. Intervenendo a un incontro organizzato dalla Brookings Institution, riporta Reuters, Clarida ha precisato che la Fed è ancora "molto lontana dal considerare il rialzo dei tassi di interesse". Tuttavia se le sue attuali previsioni sull'economia Usa si dimostreranno corrette, allora le "condizioni necessarie per aumentarli saranno soddisfatte entro la fine del 2022". Condizioni che, com'è noto, sono il target d'inflazione al 2% e la piena occupazione.

(RR - www.ftaonline.com)