Petroliferi in ordine sparso nonostante il greggio sui massimi da inizio marzo in scia all'accordo UE sull'embargo al petrolio russo e alle prospettive di ripresa della Cina con l'allentamento delle misure restrittive anti COVID-19. I future luglio 2022 segnano per il Brent 123,55 $/barile, per il WTI 118,75 $/barile. Eni +1,1%, Tenaris -1,8%, Saipem -0,3%.

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)