Petroliferi positivi in scia al greggio dopo la riunione OPEC e OPEC+ (paesi OPEC + Russia). I produttori hanno deciso un incremento della produzione giornaliera di 432 mila barili per il mese di giugno, in linea con il piano di progressiva cancellazione dei tagli alla produzione decisi nel 2020 a fronte del crollo della domanda causato dalla pandemia. In altre parole nessun aumento della produzione come richiesto dai paesi occidentali. Il future luglio 2022 sul Brent segna 113,80 $/barile (massimo dal 19 aprile), il future giugno 2022 sul WTI segna 111,05 $/barile (massimo dal 28 marzo). Eni +0,6%, Tenaris +2,1%, Saipem +0,1%.

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)