Forti vendite sul petrolio nei mercati internazionali anche nel pomeriggio. La *nuova variante sudafricana *del Covid-19 spaventa gli operatori e le reazioni dei governi e dell'Organizzazione mondiale della Sanità confermano la criticità delle circostanze. La nuova variante presenta infatti notevoli differenze nella proteina spike e questo, si teme, potrebbe impattare anche sul funzionamento dei vaccini.
Il Regno Unito ha già limitato i viaggi verso e dall Sudafrica e alcuni Paesi confinanti; la Commissione Europea si sta attivando in tal senso. Anche l'Italia ha chiuso all'ingresso dai Paesi a rischio.

Chiusure e nuove restrizioni che pesano ovviamente sul greggio. Il future sul Brent *cede il 5,17% portandosi a 77,97 dollari al barili e quello del *WTI *passa di mano a 74,19 dollari con uno svantaggio del 5,12% sul riferimento.
In Europa l'
Euro STOXX Oil & Gas* perde il 4,49%
A Milano Eni segna un ribasso del 4,94%, Saipem uno del 4,41% e Tenaris uno del 5,46 per cento.

(GD - www.ftaonline.com)