I volumi di vendita del terzo trimestre 2021, in rialzo del +85,1% rispetto al terzo trimestre 2020, superano le previsioni e confermano la crescita in Italia e l'atteso forte incremento delle vendite sui mercati esteri. Pisa, 4 ottobre 2021 - PharmaNutra S.p.A. (MTA; Ticker PHN), azienda specializzata nel settore dei complementi nutrizionali a base di minerali e dei dispositivi medici per muscoli e articolazioni, conferma il trend di crescita delle vendite nel terzo trimestre in Italia e all'estero, come già anticipato in sede di presentazione dei risultati della semestrale al 30 giugno 2021.

Nello specifico, per quanto riguarda il mercato italiano, le vendite a volume nel terzo trimestre 2021, pari a 805.368 unità, evidenziano un incremento del +31,6%, rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente (611.993 unità) a conferma della solidità delle scelte strategiche del Gruppo, e grazie al graduale ritorno alla normalità delle attività di vendita e di informazione medica in presenza.

Per quanto riguarda i mercati esteri, nel terzo trimestre 2021 i volumi sono più che raddoppiati rispetto allo stesso periodo del 2020 (1.917.504 unità rispetto a 858.931 unità del terzo trimestre 2020) a conferma del previsto aumento dei volumi derivante da una diversa distribuzione temporale degli ordini.

Per effetto di quanto sopra, il volume complessivo di unità vendute nei primi nove mesi dell'anno ammonta a 6.619.888 unità, rispetto a 5.598.567 unità vendute nello stesso periodo del 2020, portando al +18,2% l'incremento nei confronti dell'anno precedente, evidenziando anche una forte crescita rispetto ai dati di vendita al 30 giugno 2021.

"Siamo orgogliosi di poter dire che i dati di vendita del terzo trimestre hanno superato di gran lunga le aspettative, rafforzando i risultati già particolarmente positivi del primo semestre e confermando quindi le considerazioni e proiezioni condivise con il mercato in occasione della Relazione Semestrale 2021", ha commentato Roberto Lacorte, Vicepresidente del Gruppo PharmaNutra. "I dati di vendita, in Italia come all'estero, ci consentono di guardare alla parte finale dell'anno con ottimismo e di porre solide basi per la continuità della crescita nel 2022, in linea anche con le tendenze del settore".

(GD - www.ftaonline.com)