Piazza Affari attorno alla parità nella prima seduta della settimana, distante tuttavia dai massimi intraday della mattinata. FTSE Mib -0,05%, FTSE Italia All-Share -0,03%, FTSE Italia Mid Cap +0,13%, FTSE Italia STAR -0,18%.
Contrastate anche le altre principali piazze azionarie europee ma con lieve prevalenza di segni positivi. DAX -0,31%, Eurostoxx 50 +0,12%, CAC 40 +0,40%, IBEX 35 -0,17%, FTSE 100 +0,89%.
Wall Street è rimasta chiusa oggi per la festività del 4 luglio (giorno dell'indipendenza).
Euro stabile contro Dollaro. Cambio a 1,0420. BTP e Spread in peggioramento: il rendimento del decennale si attesta al 3,35% (chiusura precedente a 3,23%), lo spread sul Bund risale a 201 bp (da 198).
Petrolio in ripresa. Il Brent si attesta a 113,60 $/barile, mentre il WTI quota 110,35 $/barile. Prosegue la flessione dell'Oro che oggi scambia a 1807,0 dollari.
Equilibrio tra segni negativi e positivi all'interno del paniere dei titoli del FTSE Mib. Continua ad essere molto volatile Saipem che ha visto il titolo scendere del 6,94% e i diritti crollare dell'82,3%, domani sarà l'ultimo giorno di negoziazione per i diritti. In rosso tra gli altri Intesa Sanpaolo che ha ceduto il 2,4% mentre si sono ben comportati i petroliferi con Eni in rialzo del 2,4% e Tenaris del 3,65%.
Bene Ferrari +2,39%: Jefferies migliora la raccomandazione da underperform a hold e incrementa il target da 130 a 170 euro.

(AC - www.ftaonline.com)