Piazza Affari debole. In calo lusso, utility e bancari. Bene Leonardo e rinnovabili. FTSE MIB -0,5%.

Il FTSE MIB segna -0,5%, il FTSE Italia All-Share -0,4%, il FTSE Italia Mid Cap -0,2%, il FTSE Italia STAR -0,2%.

Future sugli indici azionari USA in ripiegamento ma ancora sopra la parità: S&P 500 +0,1%, NASDAQ 100 +0,1%, Dow Jones Industrial +0,0%.

Utility in rosso: l'indice FTSE Italia Utenze segna -0,9%, l'EURO STOXX Utilities -0,8%. A Milano Enel -0,7%, A2A -2,0%, Snam -1,4%, Hera -1,3%, Terna -1,3%.

Lusso in ripiegamento dopo il rimbalzo di ieri. Moncler -2,2%, Tod's -2,5%, Salvatore Ferragamo -1,9%, Brunello Cucinelli -0,9%. Il settore è stato particolarmente penalizzato la scorsa ottava a causa delle notizie relative all'intenzione del governo cinese di puntare su una ridistribuzione della ricchezza. Si prospettano quindi provvedimenti che andranno a penalizzare i redditi dei cittadini più abbienti, ovvero i clienti migliori delle aziende del lusso.

Deboli i bancari: l'indice FTSE Italia Banche segna -0,5%, l'EURO STOXX Banks -0,4%. A Milano Mediobanca -1,1%, Banco BPM -1,1%, Intesa Sanpaolo -0,8%.

Ottima performance per Leonardo, +2,2% a 6,9240 euro. Banca Akros conferma la raccomandazione buy e il target a 9,25 euro. Ieri il gruppo ha annunciato un accordo di partnership con Northrop Grumman Corporation per fornire pointer/tracker per il programma Common Infra-Red Countermeasures (CIRCM) dell'Esercito degli Stati Uniti. L'accordo quinquennale consentirà a Leonardo di fornire, con il programma CIRCM a pieno regime, più di 1.200 pointer/tracker oltre ai 500 già consegnati. Inoltre è partita la seconda dimostrazione navale di OCEAN2020 (Open Cooperation for European mAritime awareNess), il più grande progetto europeo di ricerca militare per la sicurezza marittima, guidato da Leonardo. Le operazioni si svolgeranno nel Mar Baltico a fine agosto.

Petroliferi in territorio positivo: il greggio guadagna ulteriore terreno e tocca i massimi da mercoledì scorso. Il future novembre sul Brent segna 69,40 $/barile, il future ottobre sul WTI segna 66,630 $/barile. Eni +0,5%, Tenaris +0,0%, Saipem +0,8%.

Buone performance per i titoli dei gruppi attivi nelle energie rinnovabili: Alerion Cleanpower +3,8%, Falck Renewables +1,5%, ERG +0,0%.

Gli appuntamenti macroeconomici di oggi: negli USA alle 16:00 vendite abitazioni nuove.

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)