Bella accelerazione rialzista nel pomeriggio per la borsa italiana. Il FTSE MIB ha chiuso con un +1,22% ed il FTSE Italia All-Share +1,24%. BTP e spread in miglioramento. Il rendimento del decennale segna 2,91% (chiusura precedente a 2,95%), lo spread sul Bund 190 bp (da 198) (dati MTS).
Euro in recupero contro dollaro a 1,0720 ma ancora sotto al massimo settimanale di martedì a 1,0749 toccato. Indici americani in deciso recupero dopo due ore circa di scambi. Secondo quanto comunicato dal Bureau of Economic Analysis (Bea), nel primo trimestre 2022 il prodotto interno lordo (Pil) degli Usa ha registrato un calo dell'1,5% sequenziale, contro il precedente progresso del 6,9% (2,3% nel terzo trimestre) e il rialzo dell'1,3% del consensus di Dow Jones Newswires e The Wall Street Journal. Il dato è stato rivisto al ribasso dalla flessione dell'1,4% della prima lettura preliminare diffusa a fine aprile.
A Milano bene i petroliferi: il greggio è in rialzo dopo il recupero dai minimi di ieri pomeriggio. Eni +0,85%, Tenaris +2,73%, Saipem +8,71%.
BPER Banca +1,23%: è arrivata dalla BCE l'autorizzazione all'acquisizione di una partecipazione di controllo diretto in Banca Carige e, indiretto, nelle sue controllate Banca Monte di Lucca e Banca Cesare Ponti. Una volta completata l'acquisizione dell'80% di Carige dal Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi, BPER lancerà un'OPA obbligatoria a 0,80 euro per azione Carige. Rialzi attorno al punto percentuale anche per gli altri bancari.
In verde Stellantis +2,47%. Reuters riferisce che la controllata americana FCA US avrebbe intenzione di patteggiare con Department of Justice USA una penale da 300 milioni di dollari per chiudere, dichiarandosi colpevole, un'indagine per supposta frode sulle emissioni di veicoli diesel nel periodo 2014-2016.
Molto bene il risparmio gestito con Banca Mediolanum +3,18%, Azimut Holding +2,79%, Banca Generali +4,16%.
In verde anche Anima Holding +1,54% in scia a quanto riferito da MF. Il gruppo del risparmio gestito sta valutando di partecipare con una quota del 2-3 per cento all'aumento di capitale da almeno 2,5 miliardi di euro che Banca MPS -0,8% lancerà nei prossimi mesi, in cambio del prolungamento dell'accordo commerciale attualmente in essere. Si parla inoltre di un interesse di Generali +1,52% per Anima.
Buone notizie in arrivo per Fincantieri +2,64%. Il Secolo XIX riferisce che MSC sta per ordinare al gruppo cantieristico due navi per il marchio delle crociere di lusso Explora. L'ufficialità dovrebbe arrivare lunedì. Si tratta di vascelli a zero emissioni alimentati a idrogeno. Il controvalore della commessa si aggira intorno a 1,2 miliardi di euro. Al 31 marzo il backlog di Fincantieri ammontava a 24,8 miliardi di euro.

(AC - www.ftaonline.com)