Piazza Affari in flessione. Vendite su utility, lusso e industriali. Bene il risparmio gestito. FTSE MIB -0,4%.

Il FTSE MIB segna -0,4%, il FTSE Italia All-Share -0,4%, il FTSE Italia Mid Cap -0,3%, il FTSE Italia STAR -0,1%.

Future sugli indici azionari USA poco sotto la parità: S&P 500 -0,1%, NASDAQ 100 -0,2%, Dow Jones Industrial +0,1%.

Deboli le utility complice il rialzo dei rendimenti: quello del BTP decennale segna 0,69% rispetto alla chiusura di ieri a 0,64%. Snam -1,2%, Italgas -1,3%, Terna -1,4%, Enel -0,9%.

Negativo il lusso: Tod's -2,9%, Brunello Cucinelli -1,1%, Moncler -1,2%. Prosegue il ripiegamento dopo il rimbalzo di inizio settimana. Il settore è stato particolarmente penalizzato la scorsa ottava a causa delle notizie relative all'intenzione del governo cinese di puntare su una ridistribuzione della ricchezza. Si prospettano quindi provvedimenti che andranno a penalizzare i redditi dei cittadini più abbienti, ovvero i clienti migliori delle aziende del lusso.

Segni meno anche tra gli industriali: CNH Industrial -1,4%, Prysmian -0,8%, Stellantis -0,6%, Pirelli -0,4%.

Positivo il risparmio gestito con Azimut +1,7%, Banca Generali +0,6%, Banca Mediolanum +0,3%, Anima +0,2%.

In verde Mediaset, +0,8% a 2,6940 euro. Intesa Sanpaolo riattiva la copertura su Mediaset con raccomandazione buy e target a 2,80 euro.

Garofalo Health Care, +3,2% a 5,78 euro, balza sui massimi da inizio luglio. Mediobanca conferma il giudizio outperform e incrementa il target da 6,60 a 7,00 euro.

Mondo TV +6,3% accelera al rialzo in scia agli ottimi risultati preliminari del primo semestre della controllata Mondo TV Iberoamerica: ricavi +49,9% a/a, EBITDA rettificato +42,1%, risultato positivo per 184.893,62 euro (+23,4% a/a).

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)