Piazza Affari in lieve calo. Generali positiva e Poste in rosso dopo i conti. FTSE MIB -0,1%.

Il FTSE MIB segna -0,1%, il FTSE Italia All-Share -0,1%, il FTSE Italia Mid Cap -0,4%, il FTSE Italia STAR -0,7%.

BTP e spread in deciso peggioramento. Il rendimento del decennale segna 0,97% (chiusura precedente a 0,87%), lo spread sul Bund 119 bp (da 115) (dati MTS).

Euro debole contro dollaro, tocca i minimi da luglio 2020. EUR/USD al momento quota 1,1470 circa.

Mercati azionari europei incerti: EURO STOXX 50 -0,1%, FTSE 100 +0,3%, DAX -0,1%, CAC 40 +0,1%, IBEX 35 +0,0%.

Future sugli indici azionari americani sopra la parità: S&P 500 +0,2%; NASDAQ 100 +0,2%; Dow Jones Industrial +0,1%. Le chiusure dei principali indici USA nella seduta precedente: S&P 500 -0,82%; NASDAQ Composite -1,66%; Dow Jones Industrial -0,66%.

Mercato azionario giapponese in verde: l'indice Nikkei 225 ha terminato a +0,59%. *Borse cinesi positive: *l'indice CSI 300 di Shanghai e Shenzhen ha chiuso a +1,61%, l'Hang Seng di Hong Kong a +1,02%.

Buon avvio per Generali +1,5%: il titolo tocca i massimi degli ultimi due anni grazie a dati al 30 settembre in crescita e superiori al consensus. I premi lordi ammontano a 54,9 miliardi di euro, +6,4% a/a e sopra i 53,98 attesi. Il risultato operativo sale a 4,4 miliardi, +10% a/a contro i 4,24 del consensus. L'utile netto è in crescita del 74% a/a a 2,25 miliardi (consensus 2,13).

In rosso Poste Italiane -2,1% nonostante risultati del terzo trimestre positivi e superiori alle attese. Il gruppo ha anche migliorato la guidance 2021: l'EBIT è ora atteso a circa 1,8 miliardi di euro (obiettivo iniziale di 1,7 miliardi) e l'utile netto a circa 1,3 miliardi (obiettivo precedente 1,2 miliardi di euro) escludendo la rivalutazione di SIA. Il mercato sta però reagendo negativamente: probabile che gli operatori si attendessero un miglioramento più corposo.

Netto calo per De' Longhi -3,7% che chiude il terzo trimestre con ricavi in progresso del 24,5% a/a, quindi in rallentamento rispetto ai ai primi due, dato che il consuntivo dei nove mesi evidenzia un +45,9%. Stesso trend per l'utile netto: +2,9% a/a nel trim3 (con margine a 8,7%) contro il +134,2% dei primi nove mesi (margine a 11,3%). Da segnalare che a perimetro omogeneo l'utile del terzo trimestre sarebbe in calo a 48,7 milioni dai 60,9 nel trim3 2020. Guidance 2021 confermata.

Performance positiva per Tod's +2,2% in scia alle buone indicazioni giunte dai dati al 30 settembre. Nei primi nove mesi del 2021 i ricavi ammontano a 622,6 milioni di euro, +37,6% rispetto allo stesso periodo del 2020 ma ancora sotto i 677,7 milioni del 2019 (pre-Covid). Il terzo trimestre ha però visto una svolta, con ricavi a 224,3 milioni, +14,6% rispetto al terzo trimestre 2020 e superiori ai 223,1 milioni del terzo trimestre 2019. Questa tendenza, afferma l'a.d. e presidente Diego Della Valle, viene confermata dai dati di ottobre. Gli appuntamenti macroeconomici di oggi: alle 10:00 Bollettino Economico BCE.

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)