Piazza Affari in verde dopo l'affondo di venerdì. Bene lusso e petroliferi. FTSE MIB +0,8%.

Il FTSE MIB segna +0,8%, il FTSE Italia All-Share +0,8%, il FTSE Italia Mid Cap +1,2%, il FTSE Italia STAR +1,3%.

BTP e stabile in peggioramento. Il rendimento del decennale segna 1,01% (chiusura precedente a 0,98%), lo spread sul Bund 132 bp (da 131) (dati MTS).

Euro in flessione dal massimo dal 19 novembre contro dollaro a 1,1330 toccato venerdì sera. EUR/USD al momento quota 1,1275 circa.

Mercati azionari europei positivi dopo il crollo di venerdì: EURO STOXX 50 +1,0%, FTSE 100 +0,9%, DAX +0,5%, CAC 40 +0,7%, IBEX 35 +0,7%.

Future sugli indici azionari americani in rialzo: *S&P 500 +0,7%; NASDAQ 100 +1,1%; Dow Jones Industrial +0,4%. Le chiusure dei principali indici USA nella seduta precedente: S&P 500 -2,27%; NASDAQ Composite -2,23%; Dow Jones Industrial -2,53%.

Mercato azionario giapponese negativo, il Nikkei 225 ha terminato a -1,63%. Borse cinesi deboli: l'indice CSI 300 di Shanghai e Shenzhen ha chiuso a -0,18%, l'Hang Seng di Hong Kong a -0,95%.

Settore lusso in buona forma grazie alle prime indicazioni riguardanti la variante omicron del Covid-19: i sintomi sono diversi da quelli della delta ma, almeno per il momento, molto lievi, non richiedono ospedalizzazione né tantomeno il ricorso alla terapia intensiva. La notizia è molto positiva per i gruppi legati agli spostamenti internazionali come quelli del settore lusso: Moncler +2,2%, Tod's +1,4%, Brunello Cucinelli +2,0%.

Bene i petroliferi grazie al rimbalzo del greggio dai minimi di venerdì. Il future febbraio 2022 sul Brent segna 74,80 $/barile (minimo a 72,15 circa), il future gennaio sul WTI segna 71,50 $/barile (minimo a 67,40 circa). Eni +2,1%, Tenaris +1,4%, Saipem +1,8%.

Telecom Italia -0,7% in flessione dopo le dimissioni dell'a.d. e d.g. Luigi Gubitosi a seguito, secondo indiscrezioni, di uno scontro con Vivendi, principale azionista del gruppo con il 23,9%.

Balza in avanti BP Sondrio (+6,0% a 3,58 euro) dopo la convocazione per il 28 e 29 dicembre dell'assemblea per l'ok alla trasformazione in SpA. Il valore di liquidazione a seguito dell'eventuale recesso è stato fissato in 3,7548 euro per azione.

Nuovo massimo storico a 25,95 euro per Alerion Clean Power +4,1%. Il cda ha deciso di non effettuare l'aumento di capitale (per il quale aveva ricevuto delega dall'assemblea di marzo). Il board ha anche migliorato la guidance 2021 "per l'EBITDA consolidato, ora pari a circa 115 milioni di euro (in precedenza 108 milioni di euro) e la previsione dell'utile netto consolidato, ora pari a circa 39 milioni di euro (in precedenza 30 milioni di euro)". Per il 2022 l'EBITDA consolidato è previsto pari a circa 165 milioni di euro e l'utile netto consolidato a circa 75 milioni di euro.

Juventus FC -4,0% tocca a 0,4298 euro il minimo da marzo 2017 nel giorno dell'avvio dell'aumento di capitale da massimi 400 milioni di euro. Sul titolo pesano anche le possibili conseguenze dell'indagine "della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Torino nei confronti della Società nonché di alcuni suoi esponenti attuali (Andrea Agnelli, Pavel Nedved e Stefano Cerrato) e passati in merito alla voce "Proventi da gestione diritti calciatori"" nei bilanci 2019, 2020, e 2021 per reati di False comunicazioni sociali delle società quotate, Emissione di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti, Responsabilità dell'ente, Reati societari. Juventus FC "sta collaborando con gli inquirenti e con la Consob e confida di chiarire ogni aspetto di interesse degli stessi, ritenendo di aver operato nel rispetto delle leggi e delle norme che disciplinano la redazione delle relazioni finanziarie, in conformità ai principi contabili e in linea con la prassi internazionale della football industry e le condizioni di mercato".

Gli appuntamenti macroeconomici di oggi: *alle 10:00 indice prezzi alla produzione Italia, alle 10:30 credito al consumo Regno Unito, alle 11:00 indici fiducia economica e indice fiducia consumatori eurozona, *alle 14:00 inflazione Germania. Negli USA alle 16:00 indice Pending Home Sales (mercato immobiliare) Alle 18:15 intervento Lagarde (BCE) Alle 21:05 intervento Powell (Fed).

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)