Piazza Affari incerta al termine di una seduta piuttosto monotona. Il FTSE MIB segna +0,08%, il FTSE Italia All-Share +0,01%, il FTSE Italia Mid Cap -0,52%, il FTSE Italia STAR -0,57%.
BTP e spread in peggioramento. Il rendimento del decennale segna 0,70% (chiusura precedente a 0,62%), lo spread sul Bund 98 bp (da 96) (dati MTS).
Circa tre ore dopo l'apertura di Wall Street i principali indici americani sono contrastati. Nel pomeriggio l'EIA (Energy Information Administration) ha comunicato che negli USA alla fine della scorsa settimana le scorte di petrolio hanno fatto segnare un incremento inatteso di 2,396 milioni di barili, a fronte di un incremento di 2,964 milioni atteso dagli analisti (settimana precedente: +13,798 milioni di barili).
A Milano performance positive per Banco BPM +3,82% e BPER Banca +3,12%. Oltre al clima favorevole per il comparto creato dalle dichiarazioni di ieri di Andrea Enria, Presidente del Consiglio di vigilanza della BCE (rimozione raccomandazione a non distribuire dividendi alla fine del terzo trimestre e ipotesi tempo aggiuntivo per ricostituire il capitale eroso dagli effetti della pandemia) i due titoli beneficiano anche delle indiscrezioni di stampa sull'intensificazione dei contatti tra l'a.d. di BPM, Giuseppe Castagna, e il group CEO di Unipol +0,3% (primo azionista di BPER con il 15,1%, dati Consob), Carlo Cimbri, sull'assetto di governance della newco derivante dalla (per ora ipotetica) integrazione dei due istituti.
Diasorin -2,67% torna a perdere terreno dopo il rimbalzo delle due sedute precedenti in scia alle rassicurazioni dell'EMA sul vaccino AstraZeneca (-2,1% a Londra) e l'accordo Draghi-Macron sulla rapida ripartenza delle somministrazioni.
Buona performance per il settore auto nonostante i dati ACEA sulle immatricolazioni nella UE a febbraio: -19,3% a/a, -21,7% nei primi due mesi del 2020. L'indice EURO STOXX Automobiles & Parts segna +3,1%, sostenuto dal rally di BMW +4,76%. Il produttore tedesco prevede per il 2021 una crescita significativa dei profitti grazie a una forte performance in tutti i segmenti. Meno brillanti a Milano Pirelli +2,02% e Stellantis +1,19%: a febbraio il gruppo italofrancese ha accusato un -21,7% delle vendite con quota di mercato al 23,6% (24,2% a febbraio 2020).
STM -0,75% perde terreno in sintonica con il settore. L'indice SOX di riferimento per il comparto semiconduttori USA segna -0,8% a Wall Street. Sul settore pesa l'indicazione di Samsung (-0,60% stamattina a Seul): il lancio del nuovo Galaxy Note potrebbe essere posticipato a causa di carenza di microchip. Samsung è uno dei principali clienti di STM, pertanto un ritardo del lancio rischia di impattare negativamente i conti del secondo trimestre.
Atlantia +0,31% sopra la parità. Ieri il cda ha deciso di "estendere fino al 27 marzo 2021 il periodo di validità dell'offerta vincolante, presentata in data 24 febbraio 2021, per l'acquisto dell'intera partecipazione dell'88% del capitale detenuta da Atlantia in Autostrade per l'Italia" alla luce della "disponibilità avanzata con lettera del 12 marzo 2021 da parte del consorzio composto da" CDP, Blackstone e Macquarie. Lo scopo della proroga è quello "di verificare la possibilità di introdurre i necessari sostanziali miglioramenti". Si confermano quindi le indiscrezioni del Messaggero della scorsa settimana, secondo cui la cordata guidata da CDP era propensa a migliorare da 9,1 a 9,2-9,3 miliardi di euro la valutazione del 100% di Autostrade contenuta nell'offerta rigettata dalla holding dei Benetton (gli advisor di Atlantia valutano Autostrade 10,5-12,0 miliardi).
Mutuionline +9,5% accelera e tocca il nuovo massimo storico in scia ai risultati 2020. I ricavi sono pari a 259,2 milioni di euro, in aumento del 17,8% a/a, l'EBIT si attesta a 63,1 milioni, con un incremento del 24,3%. Il risultato netto registra un aumento del 221,5% passando dai 40,6 milioni nell'esercizio 2019 a 130 milioni, grazie soprattutto al beneficio fiscale delle rivalutazioni, "in assenza delle quali il risultato netto dell'esercizio 2020 sarebbe stato pari a € 45,6 milioni, in crescita del 12,1% rispetto al 2019". Proposto un dividendo di 0,40 euro per azione (0,12 l'anno scorso).

(AC - www.ftaonline.com)