Piazza Affari poco mossa. Azimut si conferma tonica dopo i conti. Datalogic ritraccia. FTSE MIB +0,1%.

Il FTSE MIB segna +0,1%, il FTSE Italia All-Share +0,0%, il FTSE Italia Mid Cap -0,2%, il FTSE Italia STAR -0,3%.

BTP e spread in miglioramento. Il rendimento del decennale segna 0,91% (chiusura precedente a 0,96%), lo spread sul Bund 118 bp (da 121) (dati MTS).

Euro poco sopra il minimo da luglio 2020 contro dollaro (1,1433 toccato venerdì pomeriggio). EUR/USD al momento quota 1,1445 circa.

Mercati azionari europei incerti: EURO STOXX 50 -0,0%, FTSE 100 +0,1%, DAX +0,0%, CAC 40 +0,2%, IBEX 35 -0,3%.

Future sugli indici azionari americani sopra la parità: S&P 500 +0,1%; NASDAQ 100 +0,2%; Dow Jones Industrial -0,0%. Le chiusure dei principali indici USA nella seduta precedente: S&P 500 +0,72%; NASDAQ Composite +1,00%; Dow Jones Industrial +0,50%.

Mercato azionario giapponese in rialzo: l'indice Nikkei 225 ha terminato a +0,56%. Borse cinesi poco mosse: l'indice CSI 300 di Shanghai e Shenzhen ha chiuso a -0,12%, l'Hang Seng di Hong Kong a +0,25%.

Azimut +2,0% si conferma tonica dopo il balzo di venerdì e tocca i massimi da giugno 2015 in scia agli ottimi dati del terzo trimestre: ricavi a 299,9 milioni di euro (+18,8% a/a) e utile netto a 96,4 milioni (+10,7% a/a). Il cda ha anche approvato "la nuova politica di dividendo per il periodo 2021-2024, fissando un Payout sull'Utile Netto ricorrente tra il 50-70%, determinato annualmente a seconda di eventuali operazioni di M&A".

Saipem +1,0% in verde grazie due nuovi contratti offshore per attività di trasporto e installazione (T&I) per un totale complessivo di oltre 600 milioni di dollari.

Snam -0,4% e Italgas -1,0% perdono terreno: secondo voci di mercato il documento per la consultazione sui criteri di determinazione e aggiornamento del WACC per i settori dell'energia elettrica e del gas naturale pubblicato alla fine della scorsa settimana dall'ARERA (Autorità per la Regolazione di Energia Reti e Ambiente) prevede uno scenario leggermente peggiore rispetto al passato.

Datalogic ritraccia -6,1% dopo il balzo in avanti messo a segno venerdì (+15,48%) sui massimi da fine settembre in scia a ottimi risultati del terzo trimestre e al miglioramento delle previsioni su ricavi ed EBITDA 2021.

El. En. -5,7% accelera al ribasso. Il gruppo attivo nello sviluppo e produzione di sistemi laser ha chiuso il terzo trimestre con risultati in crescita ma in rallentamento rispetto al primo semestre.

Gli appuntamenti macroeconomici di oggi: alle 11:00 *bilancia commerciale eurozona e *intervento Lagarde. Negli USA alle 14:30 indice Empire State Manufacturing.

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)