Chiusura di seduta attorno alla parità per la borsa italiana. Il FTSE MIB segna -0,06%, il FTSE Italia All-Share -0,04%, il FTSE Italia Mid Cap +0,14%, il FTSE Italia STAR -0,14%.
BTP stabili spread in miglioramento. Il rendimento del decennale segna 0,83% (chiusura precedente a 0,83%), lo spread sul Bund 105 bp (da 108) (dati MTS).
Circa due ore dopo l'apertura di Wall Street i principali indici americani sono in lieve calo. L'EIA (Energy Information Administration) ha comunicato che negli USA alla fine della scorsa settimana le scorte di petrolio hanno fatto segnare un lieve incremento di 90 mila barili, a fronte di una crescita di 659 mila attesa dagli analisti (settimana precedente: +0,594 milioni di barili).
A Milano petroliferi positivi con l'eccezione di Saipem: il greggio sale sui massimi da inizio settimana scorsa. Il future luglio sul Brent segna 67,20 $/barile, il future giugno sul WTI 64,30 $/barile. Eni +0,93%, Tenaris +3,36%. Saipem -5,06% ha toccato a inizio mattinata i minimi da metà novembre in scia ai risultati del primo trimestre negativi e peggiori delle attese e al ritorno della guidance 2021 dopo che Total ha dichiarato "force majeure" sul progetto Mozambique LNG. Il progetto vale circa 4 miliardi di euro (il 16% dell'intero portafoglio ordini di Saipem), di cui circa 1,4 miliardi di euro per attività dal 1 aprile a fine anno 2021.
Buone performance per BPER Banca +2,24% e Banco BPM +2,75%: secondo indiscrezioni di stampa il fondo Davide Leone & Partners nelle ultime settimane ha scritto al cda chiedendo delucidazioni sulla strategia e sulle possibili aggregazioni. L'ipotesi di fusione BPM-BPER è sul tavolo da ormai molti mesi ed è una delle opzioni su cui gli operatori puntano maggiormente. Da tenere presente anche la variabile BP Sondrio +3,4%, la cui appetibilità sembra destinata a crescere in vista della trasformazione in SpA e del rinnovo del cda: i proxy adviser Iss e Glass Lewis sosterrebbero la lista di minoranza (la prima in 150 anni di storia dell'istituto) dell'immobiliarista Luca Frigerio che avrebbe radunato intorno a sé circa lo 0,9% del capitale.
CNH Industrial +0,94% in lieve rialzo dopo le indiscrezioni raccolte da Reuters in merito alla possibile inclusione delle attività della difesa e veicoli speciali (IVECO Defence) tra quelle oggetto dello spin-off annunciato, ovvero le attività On-Highway (IVECO e FPT Industrial). Il gruppo, secondo la fonte sentita dall'agenzia, sta pensando a questa soluzione per velocizzare lo spin-off, operazione che sta subendo ritardi rispetto alla tempistica annunciata nel 2019: si pensava al closing a inizio 2021 ma la scorsa settimana, congiuntamente all'annuncio del fallimento delle trattative per la vendita a FAW, CNH ha dichiarato che prevede la separazione delle attività On-Highway nella prima parte del 2022.
Mediaset +8,37% balza sui massimi da oltre un mese. JP Morgan migliora la raccomandazione sul titolo da neutral a overweight e incrementa il target da 2,40 a 3,00 euro in scia alle indiscrezioni di stampa secondo cui è imminente un accordo con Vivendi per risolvere il contenzioso sulla mancata vendita della pay tv Mediaset Premium ai francesi nel 2016. A quanto pare Vivendi avrà 5 anni di tempo per uscire dall'azionariato di Mediaset (attualmente ha il 28,8%).
Dovalue +4,11% sale sui massimi da oltre un mese. Equita conferma la raccomandazione buy e il target a 11,50 euro dopo che il gruppo ha comunicato di aver sottoscritto da inizio anno "nuovi contratti di servicing con banche e primari investitori internazionali nel settore del credito per un ammontare complessivo di oltre €2 miliardi di GBV (Gross Book Value)". Inoltre doValue Greece ha "completato con successo la presa in carico sui propri sistemi del portafoglio Icon per circa €2,6 miliardi (Gross Book Value) sottoscritto e annunciato nel 2020". Il gruppo mette quindi a segno "progressi significativi verso il raggiungimento del target 2021 di €7-9 miliardi di nuovi contratti".
STM -2,29% perde terreno in attesa dei dati relativi al primo trimestre 2021. Il comunicato stampa verrà diffuso domani mattina prima dell'apertura del mercato.

(AC - www.ftaonline.com)