Piazza Affari positiva. Bene i settori commercio e industria, brillano le rinnovabili. FTSE MIB +0,7%.

Il FTSE MIB segna +0,7%, il FTSE Italia All-Share +0,8%, il FTSE Italia Mid Cap +1,1%, il FTSE Italia STAR +1,3%.

BTP e spread in peggioramento. Il rendimento del decennale segna 0,77% (chiusura precedente a 0,74%), lo spread sul Bund 103 bp (da 102) (dati MTS).

Mercati azionari europei positivi: EURO STOXX 50 +0,7%, FTSE 100 +0,2%, DAX +0,6%, CAC 40 +0,6%, IBEX 35 +1,0%.

Circa mezz'ora prima dell'apertura di Wall Street i principali indici americani sono in lieve ribasso: S&P 500 -0,0%, NASDAQ 100 -0,1%, Dow Jones Industrial -0,1%.

Segni positivi per i titoli esposti sul settore del commercio al dettaglio in vista del probabile passaggio in zona gialla di 13 tra regioni e province autonome a partire da lunedì 26 aprile. In evidenza Nexi +4,9%, MARR +2,8%, Autogrill +1,9%, OVS +4,0%, Unieuro +1,7%. Su Nexi si segnalano anche le ultime indiscrezioni secondo cui il Cashback non sarà abolito ma solo modificato per impedire pratiche scorrette riguardo al Supercashback.

Indicazioni positive anche per il settore lusso con Moncler +2,1% in evidenza: oggi il cda si riunisce per approvare i risultati del primo trimestre 2021.

Leggero rialzo per Brunello Cucinelli +0,5% che in avvio ha toccato il nuovo massimo storico a 43,62 euro, per poi scivolare rapidamente in rosso e quindi recuperare, dopo i dati sui ricavi del primo trimestre 2021. Il gruppo del cachemire ha quindi superato i risultati pre-Covid, esattamente come i colossi del settore lusso LVMH e Kering. L'incertezza vista in avvio è stata probabilmente causata dalle previsioni sul margine EBITDA, atteso al 13-14% nel 2021 per poi rivedere i livelli 2019 (17%) solo nel 2023.

Bene gli industriali con STM +3,0%, che pubblicherà i dati trimestrali tra una settimana a esatta, e Interpump +2,1%. Su quest'ultima segnaliamo le indicazioni di Volvo (+3,1% a Stoccolma): il gruppo svedese ha migliorato le previsioni 2021 sul mercato dei veicoli commerciali pesanti (20% dei ricavi della divisione idraulica di Interpump) in Cina e su quello Construction Equipment (15%) su quasi tutti i mercati.

Tonica anche Maire Tecnimont +1,8%: ieri le controllate NextChem e MET Development hanno firmato un accordo con TAIF per co-sviluppare un nuovo impianto di polimeri biodegradabili nella Repubblica del Tatarstan (Federazione Russa).

Incerti i petroliferi: il greggio recupera leggermente ma resta vicino ai minimi dal 14 marzo toccati stamattina. I future giugno segnano per il Brent 65,45 $/barile (minimo a 64,60), per il WTI 61,50 $/barile (minimo a 60,60). Eni -0,0%, Tenaris -0,3%, Saipem -0,1%.

Molto bene Falck Renewables +6,1% ed ERG +4,4% in deciso rialzo grazie all'inserimento (con pesi pari a 0,23% e 0,34% rispettivamente) nell'S&P Global Clean Energy Index, l'indice che comprende 82 società internazionali attive nella produzione di energia da fonti rinnovabili e con elevati standard ESG. Gli appuntamenti macroeconomici di oggi: alle 16:00 indice fiducia consumatori preliminare eurozona, negli USA indice anticipatore (Conference Board) e vendite abitazioni esistenti.

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)