Piazza Affari reagisce al ribasso di ieri e chiude in territorio positivo. Il FTSE MIB segna +0,52%, il FTSE Italia All-Share +0,47%, il FTSE Italia Mid Cap +0,1%, il FTSE Italia STAR +0,54%.
BTP poco mosso, spread in calo. Il rendimento del decennale segna 0,88% (chiusura precedente a 0,89%), lo spread sul Bund 105 bp (da 106) (dati MTS).
Due ore circa dopo l'apertura di Wall Street i principali indici americani sono in leggero rialzo. Nel pomeriggio il Conference Board ha annunciato che l'Indice di fiducia dei consumatori Usa e' salito a 127,3 punti nel mese di giugno dai 120 punti del mese precedente (rivisto da 117,2). Il dato e' risultato superiore alle previsioni degli addetti ai lavori che attendevano un indice pari a 119 punti. L'Indice degli affari della Fed di Dallas è peggiorato a giugno, passando a 16,7 da 23,9 punti. L'indice che misura le prospettive future ha registrato una diminuizione a 36,2 punti da 40 punti
A Milano Telecom Italia +0,89%. Secondo indiscrezioni di stampa sono ripartite le trattative con CDP sulla governance di AccessCo, il soggetto che dovrebbe controllare la rete unica derivante dall'integrazione delle infrastrutture di Telecom e Open Fiber. Il progetto AccessCo era stato messo in forse dall'atteggiamento poco favorevole del governo Draghi.
Segni positivi nel risparmio gestito grazie ai report di Deutsche Bank. Da segnalare anche che a maggio la raccolta netta del settore si è attestata a 6,8 miliardi di euro, +41,7 miliardi da inizio anno. Azimut +3,3%, Banca Mediolanum +2,32%, Banca Generali +0,94%, Anima +0,76%.
Diasorin +1,85% sui massimi da inizio marzo. Le notizie sulla diffusione della variante Delta del coronavirus nel Regno Unito, Russia, Australia, unite a quelle sulla bolla di contagi a Maiorca, ripropongono il tema della necessità di test per la rilevazione del virus. Diasorin reagisce positivamente a queste notizie dato che è attivo (tra le altre cose) nella produzione di test per il Covid-19.
Effetto opposto su Autogrill -4,18%, Fiera Milano -2,32%, Aeroporto Guglielmo Marconi Di Bologna -2,79%. Le notizie sulla diffusione della variante Delta ripropongono il tema dei rischi derivanti da spostamenti, viaggi e assembramenti.
Bene gli industriali Leonardo +0,68%, STM +0,74%, Prysmian +1,32% e CNH Industrial +2,08%. Quest'ultima ha annunciato un cambiamento al vertice della propria Business Unit globale Firefighting (veicoli antincendio) che fa capo al Brand Magirus. A partire dal 1° luglio 2021, Thomas Hilse assumerà la responsabilità della Business Unit Firefighting e diventerà CEO di Magirus. Egli succede a Marc Diening.
Atlantia -0,91% sui minimi da fine maggio. Il titolo è penalizzato dalle incertezze che caratterizzano l'avvio di Ita, la compagnia che prenderà il posto di Alitalia, previsto per ottobre. Domani è previsto un incontro tra governo e la Commissaria UE Vestager. Alitalia è il principale vettore operativo di Aeroporti di Roma, gruppo controllato dalla holding dei Benetton.
Salvatore Ferragamo -2,61% perde ulteriore terreno dopo la notizia dell'arrivo di Marco Gobbetti, CEO di Burberry, come nuovo a.d. e direttore generale. La casa fiorentina è impegnata da alcuni anni in un tentativo di rilancio, ma finora con scarso successo. Questo aveva fatto salire in modo consistente l'appeal speculativo del titolo: si ipotizzava infatti che la famiglia Ferragamo potesse decidere di mollare e cedere il gruppo. La decisione di ingaggiare un manager di peso come Gobbetti sembra invece un segnale di forza da parte dei Ferragamo: vogliamo rilanciare il nostro gruppo, a vendere non ci pensiamo nemmeno. Questo scenario depotenzia l'ipotesi di vendita e, di conseguenza, potrebbe indurre coloro che avevano acquistato le azioni in ottica speculativa a scaricarle.
Elica +9,97% accelera al rialzo. Gli acquisti sono scattati in scia al comunicato diffuso ieri pomeriggio dopo la chiusura del mercato: raggiunto un accordo preliminare per l'acquisizione di Electric Motors Company e CPS, "aziende leader a livello europeo nella progettazione e produzione di motori elettrici, sistemi di aspirazione per cappe a uso domestico, aspiratori per stufe a pellet e motori per applicazione medicale". Le acquisizioni fanno parte del percorso di sviluppo del business Motori FIME, attraverso il rafforzamento della strategia intrapresa con la separazione della divisione Motori da quella Cooking.

(AC - www.ftaonline.com)