Piazza Affari positiva. Leonardo e Datalogic in bella evidenza, record per Campari. FTSE MIB +0,4%.

Il FTSE MIB segna +0,4%, il FTSE Italia All-Share +0,5%, il FTSE Italia Mid Cap +0,7%, il FTSE Italia STAR +0,8%.

BTP stabili, spread in miglioramento. Il rendimento del decennale segna 0,69% (chiusura precedente a 0,69%), lo spread sul Bund 99 bp (da 101) (dati MTS).

Mercati azionari europei positivi: EURO STOXX 50 +0,8%, FTSE 100 -0,1%, DAX +0,7%, CAC 40 +0,8%, IBEX 35 +0,4%.

Circa mezz'ora prima dell'apertura di Wall Street i future sui principali indici americani sono in verde: S&P 500 +0,5%, NASDAQ 100 +0,8%, Dow Jones Industrial +0,6%.

Leonardo +6,3% scatta in avanti e tocca i massimi dall'11 marzo 2020 dopo le parole dell'a.d. Alessandro Profumo nella conferenza di presentazione dei risultati dello scorso esercizio. Il manager ha dichiarato che il gruppo lavora per tornare a rating investment grade ma è anche aperto a eventuali operazioni M&A: per questo sta analizzando il proprio portafoglio nell'ottica di una riduzione del debito. Attualmente il rating di Moody's (Ba1) e S&P (BB+) sul gruppo è a livello non investment grade, mentre per Fitch è a investment grade (BBB-). A tal proposito il CFO ha dichiarato che la guidance sull'indebitamento netto 2021 (circa 3,2 miliardi di euro) non include eventuali effetti derivanti dall'IPO di DRS o accordi M&A. Profumo ha dichiarato che OTO Melara potrebbe partecipare a un importante programma per la Marina Militare Italiana. Per quanto riguarda la divisione aerostrutture è prevista una razionalizzazione degli stabilimenti e un taglio di circa mille unità della forza lavoro.

Molto bene Telecom Italia +3,0% a 0,4116 euro: BofA Securities ha alzato il target a 0,92 da 0,85, raccomandazione buy confermata.

Nuovo massimo storico a 10,1150 euro per Campari +2,3%: HSBC ha migliorato il giudizio sul titolo da underperform a neutral e incrementato il target da 7,50 a 8,50 euro.

Atlantia +1,7% in progresso grazie alle indiscrezioni del Messaggero: la cordata guidata da Cdp e di cui fanno parte anche Blackstone e Macquarie sembrerebbe propensa a migliorare da 9,1 a 9,2-9,3 miliardi di euro la valutazione del 100% di Autostrade per l'Italia contenuta nell'offerta sull'88% rigettata dalla holding dei Benetton. La valutazione resta molto lontana da quella degli advisor di Atlantia pari a 10,5-12,0 miliardi. La trattativa è però aperta con probabile estensione del termine fissato al 16 marzo.

Datalogic +9,2% accelera al rialzo e tocca i massimi da dicembre 2019 dopo la pubblicazione dei risultati 2020. I ricavi scendono a 479,8 milioni di euro da 585,8 milioni nel 2019, l'adjusted EBITDA a 58,3 milioni da 92,1 milioni con margine al 12,2%, l'utile netto a 13,9 milioni da 50,3 milioni. Nel quarto trimestre c'è però stata un'accelerazione con ricavi in calo dell'8% a/a e soprattutto adjusted EBITDA in rialzo dello 0,8% a/a e margine al 15,9% (14,5% nel trim4 2019). In prospettiva i "segnali di ripresa del mercato evidenziano, in questa fase, un consolidamento progressivo in tutte le geografie corroborato da un andamento della presa ordini in forte crescita rispetto alla prima parte del 2019...Pur perdurando elevati gradi di incertezza...Datalogic prevede nel corso del 2021 una progressiva ripresa nel fatturato e un miglioramento dei livelli di marginalità rispetto all'esercizio 2020".

Salvatore Ferragamo +5,1% a 16,61 euro: Goldman Sachs incrementa il target a 18 euro dopo risultati 2020 in calo ma migliori delle attese e buone indicazioni sull'inizio del 2021. Nelle prime nove settimane dell'anno il canale retail è tornato a crescere, con numeri in deciso progresso in Cina e Corea, ma molto bene soprattutto il canale di vendita on line con un +85,6% a/a.

Debole Moncler, -1,1% a 49,75 euro, dopo la vendita del 3,2% da parte di Ruffini Partecipazioni Srl a 48,80 euro per azione tramite procedura di accelerated bookbuilding. La vendita fa parte dell'operazione di aggregazione di Sportswear Company.

Massiccia flessione per Juventus FC -7,7% all'indomani dell'eliminazione dalla Champions League ad opera del Porto. Ai bianconeri restano solo la Coppa Italia e il Campionato di Serie A, dove però sono staccati di ben 10 punti dalla capolista Inter. Operatori e investitori temono un effetto negativo sui conti dell'esercizio 2020-2021. Il primo semestre è andato in archivio con una perdita netta di 113,7 milioni di euro.

Gli appuntamenti macroeconomici di oggi: negli USA alle 16:30 scorte petrolio settimanali (EIA).

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)