Piazza Affari positiva. Petroliferi in evidenza. FTSE MIB +0,5%.

Il FTSE MIB segna +0,5%, il FTSE Italia All-Share +0,5%, il FTSE Italia Mid Cap +0,5%, il FTSE Italia STAR +0,8%.

BTP in peggioramento e spread stabile. Il rendimento del decennale segna 0,99% (chiusura precedente a 0,96%), lo spread sul Bund 134 bp (da 134) (dati MTS).

Euro debole contro dollaro, scende sui minimi da martedì. EUR/USD al momento quota 1,1295 circa.

Future sugli indici azionari americani deboli: S&P 500 -0,1%; NASDAQ 100 -0,3%; Dow Jones Industrial +0,1%. Le chiusure dei principali indici USA nella seduta precedente: S&P 500 +1,42%; NASDAQ Composite +0,83%; Dow Jones Industrial +1,82%.

Mercato azionario giapponese in progresso, il Nikkei 225 ha terminato a +1,00%. Borse cinesi complessivamente positive: l'indice CSI 300 di Shanghai e Shenzhen ha chiuso a +0,92%, l'Hang Seng di Hong Kong a -0,09%.

Petroliferi positivi: il greggio estende il massiccio rimbalzo dai minimi da agosto toccati ieri pomeriggio. Il future febbraio 2022 sul Brent segna 71,40 $/barile (minimo a 65,80 circa), il future gennaio sul WTI segna 68,25 $/barile (minimo a 62,50 circa). Eni +1,1%, Tenaris +1,1%, Saipem +1,7%.

Bene Recordati +1,3% che ha annunciato "la firma di un accordo per l'acquisizione di EUSA Pharma (UK) Ltd, una società farmaceutica specialistica globale con sede nel Regno Unito, focalizzata su malattie rare e oncologiche di nicchia e controllata da fondi gestiti da EW Healthcare Partners. Recordati acquisirà EUSA Pharma per un valore dell'operazione (enterprise value) pari a €750 milioni".

Sale Generali +1,2%. Ieri è stato reso noto che Leonardo Del Vecchio ha incrementato ulteriormente la quota detenuta nella compagnia triestina tramite Delfin: acquistati 1,2 milioni di azioni. La partecipazione del fondatore di Luxottica sale al 6,04% dal 5,96% del precedente aggiornamento.

Telecom Italia -0,0% sottotono. Il Sole 24 Ore scrive che l'ipotesi di contro-OPA rispetto a quella che potrebbe essere lanciata da KKR è difficilmente percorribile a causa dell'ingente riserva di munizioni di cui dispone il fondo USA: quest'ultimo può infatti contare su una lettera di credito da 45 miliardi di dollari di JP Morgan.

Buon avvio per Unieuro +2,6%: l'a.d. Giancarlo Nicosanti Monterastelli ha dichiarato a MF che il gruppo crescerà in Italia aprendo nuovi punti vendita e acquisendo concorrenti e per la prima volta sta valutando operazioni all'estero.

Enertronica Santerno +5,1% scatta in avanti grazie all'annuncio della sottoscrizione di un contratto di fornitura di power station con STE Energy S.r.l., primario EPC italiano. Le power station saranno destinate alla realizzazione di un importante impianto fotovoltaico italiano. La fornitura, della potenza complessiva di circa 20MW ha un controvalore di circa 0,9 milioni di euro. La consegna delle power station è prevista per il 2022.

Gli appuntamenti macroeconomici di oggi: alle 10:00 indice Markit PMI servizi eurozona, alle 10:30 indice Markit PMI servizi Regno Unito, alle 11:00 vendite al dettaglio eurozona. Negli USA alle 14:30 nuovi lavoratori dipendenti non agricoli, indice retribuzioni e tasso di disoccupazione, alle 15:45 indice Markit PMI servizi, alle 16:00 ordinativi industriali e indice ISM non manifatturiero.

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)