Piazza Affari rimbalza dai minimi da fine novembre toccati ieri. FTSE MIB +1,7%.

Il FTSE MIB segna +1,7%, il FTSE Italia All-Share +1,7%, il FTSE Italia Mid Cap +2,3%, il FTSE Italia STAR +1,5%.

BTP in peggioramento, scende lo spread. Il rendimento del decennale segna 1,36% (chiusura precedente a 1,34%), lo spread sul Bund 142 bp (da 144) (dati MTS).

Euro in recupero dal minimo dal 21 dicembre contro dollaro a 1,1263 toccato ieri pomeriggio. EUR/USD al momento quota 1,1295 circa.

Mercati azionari europei brillanti: EURO STOXX 50 +1,9%, FTSE 100 +1,5%, DAX +1,8%, CAC 40 +1,8%, IBEX 35 +2,1%.

Future sugli indici azionari americani in accelerazione: S&P 500 +1,0%; NASDAQ 100 +1,4%; Dow Jones Industrial +0,9%. Le chiusure dei principali indici USA nella seduta precedente: S&P 500 -1,22%; NASDAQ Composite -2,28%; Dow Jones Industrial -0,19%.

Mercato azionario giapponese debole: chiusura a -0,44% per l'indice Nikkei 225. Borse cinesi positive: l'indice CSI 300 di Shanghai e Shenzhen ha terminato a +0,72%, l'Hang Seng di Hong Kong a +0,19%.

Buon avvio di seduta per i petroliferi: il greggio guadagna terreno e sale sui massimi da lunedì. Il future aprile 2022 sul Brent segna 87,45 $/barile, il future marzo 2022 sul WTI segna 85,80 $/barile. Eni +1,6%, Tenaris +3,6%, Saipem +2,7%.

STM +2,7% positiva in scia a Texas Instruments, +3,71% in after hours al NASDAQ dopo risultati del quarto trimestre 2021 migliori delle attese. I profitti netti si sono attestati a 2,14 miliardi di dollari, pari a 2,27 dollari per azione, contro gli 1,95 dollari del consensus di FactSet. I ricavi sono cresciuti del 19% annuo a 4,83 miliardi, anche in questo caso oltre i 4,43 miliardi stimati dagli analisti. STM comunicherà i risultati del quarto trimestre domattina prima dell'apertura del mercato.

Leonardo +3,8% rimbalza dopo il -5% abbondante accusato ieri a causa delle indagini in Kuwait su due alti ufficiali militari accusati di corruzione nell'ambito dell'acquisto nel 2016 di 28 aeromobili Eurofighter Typhoon per un controvalore di 8,7 miliardi di dollari. Il prezzo pagato è considerato eccessivo se paragonato a quello sostenuto da altri Stati dell'area: il Qatar ha pagato 6,9 miliardi per 24 aerei. Il Typhoon è prodotto da un consorzio di aziende europee tra cui Leonardo (con una quota del 36%) oltre a BAE Systems e Airbus Defence & Space. Il gruppo ha precisato che "il programma Eurofighter con il Kuwait sta procedendo in linea con le aspettative e con successo sul fronte delle consegne, delle milestones contrattuali e degli incassi" e che "Leonardo non è oggetto di una indagine giudiziaria in relazione al programma Kuwait".

Tod's +7,6% balza in avanti grazie alle buone indicazioni arrivate dai dati preliminari relativi ai ricavi dell'esercizio 2021. Il fatturato si è attestato a 883,8 milioni di euro, +38,7% rispetto al 2020 e a ridosso dei livelli registrati prima della pandemia da Covid-19 (-3,5% rispetto al 2019). Il dato è decisamente migliore rispetto alle attese del mercato: il consensus pubblicato sul sito del gruppo marchigiano era di 842 milioni di euro. Da sottolineare il fatto che durante l'anno le vendite hanno evidenziato un progressivo miglioramento arrivando nel quarto trimestre a superare quelle del 2019 (261,2 milioni di euro, +41,6% a/a e +9,6% rispetto al quarto trimestre 2019). Diego Della Valle, presidente e a.d. del gruppo (nonché azionista di controllo con oltre il 75%), ha dichiarato che "Questi dati di vendita permetteranno al Gruppo di tornare a risultati operativi positivi già nell'esercizio 2021".

De' Longhi +7,9% accelera al rialzo grazie a un report di Equita. Il broker ha migliorato la raccomandazione sul titolo grazie ai benefici delle ultime acquisizioni, benefici non ancora adeguatamente incorporati nelle quotazioni.

Molto bene doValue +4,7% in scia all'approvazione del piano industriale 2022-2024. Il piano prevede EBITDA esclusi NRIs in aumento ad un tasso annuo composto del 6-7% nel 2021-2024 (190-195 milioni di euro attesi per il 2021); Margine EBITDA al 37% al 2024 (34% atteso per il 2021); Utile Netto esclusi NRIs in crescita ad un tasso annuo composto pari a circa il 15% nel 2021-2024 (45-50 milioni attesi per il 2021); Free Cash Flow cumulativo per il periodo 2022-2024 superiore a €300 milioni (pre-dividendi e acquisizioni); Leva Finanziaria mantenuta tra 2,0-3,0x (Net Debt / EBITDA) (a 2,0-2,2x attesa al 31 dicembre 2021).

Gli appuntamenti macroeconomici di oggi: alle 10:00 bilancia commerciale (non UE) Italia. Negli USA alle 14:30 bilancia commerciale e scorte all'ingrosso, alle 16:00 vendite abitazioni nuove, alle 16:30 variazione settimanale scorte petrolio (EIA), alle 20:00 riunione FOMC (Fed), alle 20:30 conferenza stampa Powell (Fed).

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)