Piazza Affari sopra la parità. FTSE MIB +0,2%.

Il FTSE MIB segna +0,2%, il FTSE Italia All-Share +0,2%, il FTSE Italia Mid Cap -0,0%, il FTSE Italia STAR +0,1%.

I future sugli indici azionari USA sono in rialzo: S&P 500 +0,3%, NASDAQ 100 +0,4%, Dow Jones Industrial +0,2%.

Bene le utility: Hera +1,1%, Enel +1,0%, Terna +0,9%.

Performance contrastate tra gli industriali: Pirelli +1,4%, Prysmian +0,9%, Leonardo +0,5%. Stellantis -1,1%, Buzzi Unicem -1,0%, Fincantieri -1,9%.

Prosegue la fase di debolezza dei bancari: l'indice FTSE Italia Banche segna -0,1%, l'EURO STOXX Banks -1,1%. BPER Banca -1,9%, Banco BPM -1,3%, Unicredit -0,2%.

Incerti i petroliferi: il greggio recupera dai minimi dall'8 luglio toccati a inizio mattinata. Il future settembre sul Brent segna 73,90 $/barile (minimo a 73), il future agosto sul WTI segna 72,15 $/barile (minimo a 71,20). Eni +0,4%, Tenaris -0,9%, Saipem -0,5%.

Debole il lusso nonostante i buoni dati di vendita di Burberry (-4,4% a Londra). A Milano Moncler -1,6%, Tod's -2,4%, Salvatore Ferragamo -1,7%. In controtendenza Brunello Cucinelli +1,1% che però è reduce dal -4,25% accusato ieri dopo che l'azionista di riferimento Fedone srl (aveva il 51% e fa capo al fondatore Brunello Cucinelli) ha completato la cessione di 646.000 azioni (pari allo 0,95% del capitale).

Gli appuntamenti macroeconomici di oggi: negli USA alle 16:00 indice fiducia consumatori (Univ. Michigan) e scorte delle imprese, alle 22:00 acquisti netti att. finanziarie (l/term.).

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)