Piazza Affari stabile sui massimi dal 2008. Bene il lusso, record per Prysmian. FTSE MIB +0,3%.

Il FTSE MIB segna +0,3%, il FTSE Italia All-Share +0,3%, il FTSE Italia Mid Cap +0,4%, il FTSE Italia STAR +0,6%.

Future sugli indici azionari USA in parità: S&P 500 +0,0%, NASDAQ 100 +0,1%, Dow Jones Industrial -0,0%.Proseguono gli acquisti sul settore lusso con Salvatore Ferragamo +2,2% ancora in evidenza dopo il +6,6% di ieri. Il settore probabilmente approfitta della forza del dollaro: in questi minuti tocca i massimi da inizio aprile contro euro (EUR/USD a 1,1718). In rialzo anche Moncler +2,7%, Geox +1,4%, Brunello Cucinelli +0,9%.

In verde Prysmian +1,9%: il titolo tocca il nuovo massimo storico a 31,76 euro. L'a.d. Valerio Battista ha dichiarato al Sole 24 Ore che prevede un raddoppio del mercato dei maxicavi nel medio periodo, con la quota del gruppo stabile al 40%.

Ritracciano Unipol -1,1% e i bancari coinvolti nei rumor relativi al consolidamento orchestrato dal gruppo finanziario guidato da Carlo Cimbri: BPER Banca -1,1%, Banco BPM -1,2% e BP Sondrio -2,9%. Secondo indiscrezioni Unipol potrebbe essere protagonista della creazione del terzo polo bancario essendo primo azionista sia di BPER Banca che di BP Sondrio. Ricordiamo che l'a.d. di BPM, Giuseppe Castagna, ha dichiarato al Sole 24 Ore che la banca potrebbe anche andare avanti da sola ma un'eventuale aggregazione con un altro istituto costituirebbe un moltiplicatore dei ritorni. Il manager ha precisato che al momento non c'è nulla di concreto con BPER Banca e Banca Carige +0,8%.*Falck Renewables +3,3%* estende il rialzo di ieri in scia ai risultati del primo semestre pubblicati ieri pomeriggio e tocca i massimi da inizio maggio. Ricavi a 234,2 milioni di euro da 195,3 milioni del primo semestre 2020, EBITDA a 100,7 milioni rispetto a 106,3 milioni, risultato netto di pertinenza del gruppo a 11,6 milioni rispetto a 21,3 milioni, Capex comprensivi dell'acquisizione di impianti per 97,7 milioni rispetto a 63,0 milioni. Raggiunti 4,2 GW di pipeline (+52% rispetto a dicembre 2020).

Confermata la guidance 2021: EBITDA nell'intervallo 192-202 milioni di euro; risultato netto di competenza del Gruppo nell'intervallo 16-17% dell'EBITDA; Posizione finanziaria netta pari a circa 800 milioni di euro con tolleranza +/- 5%; capacità installata o in costruzione prevista a fine anno nell'intervallo tra 1.400 e 1.450 MW.*Saras +2,4%* positiva grazie ai dati sui margini di raffinazione. Il benchmark EMC alla fine della scorsa settimana si è attestato a +0,3 dollari al barile, in leggero progresso dai +0,2 della precedente.*Non si arresta la flessione di BFF Bank, -3,9%* a 7,4750 euro, che tocca i minimi da metà maggio in scia al -12,3% complessivo accusato nelle due sedute precedenti. Il gruppo ha chiuso il primo semestre 2021 con utile netto rettificato a 46,6 milioni di euro, in calo dell'1% a/a. Ieri Equita ha peggiorato la raccomandazione sul titolo da buy a hold con target confermato a 8,70 euro e lo ha tolto dal portafoglio small cap.

Gli appuntamenti macroeconomici di oggi: negli USA alle 22:30 scorte petrolio settimanali (API).

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)