Piazza Affari sui massimi dal 2008 in scia ai bancari. Brilla anche Pirelli. FTSE MIB +1,30%.

Mercati azionari europei positivi. Wall Street contrastata: *a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 +0,1%, NASDAQ Composite -0,5%, Dow Jones Industrial +0,4%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a +1,30% (performance settimanale +2,51%), il FTSE Italia All-Share a +1,11%, il FTSE Italia Mid Cap a -0,50%, il FTSE Italia STAR a -0,47%.
*BTP negativi, spread in miglioramento
. Il rendimento del decennale segna 0,57% (chiusura precedente a 0,53%), lo spread sul Bund 101 bp (da 103) (dati MTS).
Tra i dati macroeconomici pubblicati in giornata segnaliamo negli USA: nuovi lavoratori dipendenti non agricoli luglio +943 mila unità da +938 mila unità R (atteso +870 mila). In Italia: produzione industriale giugno +1% m/m da -1,6 m/m R (atteso +1% m/m).
Bancari in ottima forma. L'indice FTSE Italia Banche segna +2,74% contro il +2,5% dell'EURO STOXX Banks. Tra i migliori a Piazza Affari troviamo Banco BPM +7,33%, in scia a ottimi dati semestrali. Risultato della gestione operativa a 1.048 milioni di euro, +48,2% a/a, risultato netto a +361,3 milioni rispetto a +105,2 milioni del precedente esercizio (+243,4% a/a, +197,5% su base adjusted).
Forti acquisti anche su BPER Banca +10,65%. Citigroup ha migliorato la raccomandazione sul titolo da neutral a buy in scia agli ottimi dati semestrali e al potenziale speculativo derivante dallo scenario M&A. La banca ha in Unipol +2,89% il principale azionista: quest'ultima potrebbe favorire un'integrazione con BPM e/o BP Sondrio +2,59%.
In netta controtendenza BFF Bank -9,19% che chiude il primo semestre 2021 con utile netto rettificato a 46,6 milioni di euro, in calo dell'1% a/a.
Pirelli +7,24% tocca i massimi da novembre 2019 in scia a dati trimestrali migliori delle attese e al miglioramento della guidance 2021. Nel secondo trimestre i ricavi si sono attestati a 1.320,1 milioni di euro, +72,6% a/a e sopra gli 1.251 milioni del consensus raccolto dalla società. L'adjusted EBITDA è salito a 307,4 milioni contro i 291 del consensus. Il risultato netto è stato pari a +89,4 milioni di euro da -140,2 un anno fa e meglio dei +60 del consensus. L'indebitamento finanziario netto si è attestato a 3.818,7 milioni (consensus 3.842).Il management ha migliorato tutti gli obiettivi 2021 (tranne gli investimenti, confermati a 330 milioni): ricavi previsti tra ~5,0 e ~5,1 miliardi di euro, (tra ~4,7 e ~4,8 miliardi di euro il target precedente); price/mix tra +4,5% e +5% (+2,5%/+3% il target precedente); Ebit Margin Adjusted compreso tra ~ 15% e ~15,5% (tra >14% e ~ 15% il precedente target); generazione di cassa netta ante dividendi in miglioramento tra ~360/~390 milioni di euro (tra ~300/~340 milioni il target precedente); indebitamento finanziario netto atteso a <3 miliardi di euro, in miglioramento rispetto al precedente target di ~3 miliardi di euro.
Stellantis +2,46% estende il rally ancora sostenuta dagli ottimi dati del primo semestre. Ricavi a 75,31 miliardi di euro (+46% a/a) e risultato netto a +5,9360 miliardi da -813 milioni nel sem1 2020. Il gruppo ha consistentemente migliorato la guidance 2021 sul margine EBIT a circa il 10% dal precedente 5,50-7,50%. Durante la presentazione dei risultati il CEO Carlos Tavares dichiarato che il gruppo intende cambiare profondamente la propria strategia in Cina: dovrebbero essere ufficializzati nei prossimi mesi i negoziati in corso di finalizzazione con due partner cinesi. Il manager ha anche annunciato che i marchi Lancia e DS saranno completamente elettrificati nel 2024, Alfa Romeo nel 2027.
Datalogic -4,25% in forte ribasso nonostante il primo semestre chiuso con ricavi a +26,7% a/a, margine EBITDA Adjusted al 16% (8% in anno fa) e risultato netto a +23,5 milioni di euro (sostanzialmente nullo una anno fa). Le vendite sono probabilmente scattate a causa della conferma della guidance 2021 con ricavi a +16/20% (quindi in rallentamento nel secondo semestre) e margine EBITDA a +2/3% sul 2020 (anche qui in peggioramento dal +8% del primo semestre).

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)