Piazza Affari tonica con i bancari. FTSE MIB +1,1%.

Il FTSE MIB segna +1,1%, il FTSE Italia All-Share +1,0%, il FTSE Italia Mid Cap +0,4%, il FTSE Italia STAR +0,1%.

BTP in peggioramento, stabile lo spread. Il rendimento del decennale segna 2,89% (chiusura precedente a 2,85%), lo spread sul Bund 188 bp (da 188) (dati MTS).

Euro stabile sopra il minimo da gennaio 2017 a 1,0472 toccato giovedì scorso contro dollaro. EUR/USD al momento quota 1,0515 circa.

Mercati azionari europei positivi: EURO STOXX 50 +0,7%, FTSE 100 +0,7%, DAX +0,5%, CAC 40 +0,7%, IBEX 35 +1,1%.

Future sugli indici azionari americani incerti: S&P 500 +0,1%; NASDAQ 100 -0,1%; Dow Jones Industrial +0,1%. Le chiusure dei principali indici USA nella seduta precedente: S&P 500 +0,57%; NASDAQ Composite +1,63%; Dow Jones Industrial +0,26%.

Mercato azionario giapponese chiuso per festività. Mercati azionari cinesi di Shanghai e Shenzhen chiusi per festività. A Hong Kong l'indice Hang Seng al momento segna -0,2%.

Bancari in rialzo: l'indice FTSE Italia Banche segna +1,5%. Ancora in evidenza Mediobanca +2,1% dopo il progresso di ieri favorito dalle indiscrezioni di stampa secondo cui dopo il fallito tentativo di prendere il controllo di Generali, i sostenitori della lista alternativa a quella del cda uscente (Leonardo Del Vecchio in primis) potrebbero puntare direttamente su Piazzetta Cuccia.

Su Unicredit +1,0% segnaliamo un articolo del Sole 24 Ore secondo cui il gruppo ha elaborato tre soluzioni per gestire il problema degli asset in Russia: cessione a un soggetto russo non ancora sanzionato, chiusura delle attività, nazionalizzazione da parte di Mosca.

Avvio positivo per gli industriali che recuperano dopo il calo di ieri: Prysmian +1,6%, STM +1,9%, Iveco +1,6%.

Sale anche Stellantis +2,1% nonostante il -41% di immatricolazioni in Italia ad aprile contro il -33% del mercato. Il gruppo ha annunciato che la controllata Free2move ha annunciato la firma di un accordo per l'acquisizione della società di car sharing Share Now, joint venture costituita nel 2019 da BMW Group e Mercedes-Benz Mobility. Annunciati anche investimenti pari a 2,8 miliardi di dollari per il potenziamento della produzione di veicoli elettrici negli stabilimenti canadesi di Windsor and Brampton.

Massiccia flessione per Salvatore Ferragamo -3,5% a 15,92 euro: Societe Generale ha peggiorato la raccomandazione sul titolo a sell con target a 13 euro.

Piaggio & C +1,2% positiva con i risultati del primo trimestre: ricavi +18,5% a/a, EBIT +17,5% a/a, utile netto record per il trim1 a 12,7 milioni di euro, +14,1% a/a. Venduti nel mondo 141.800 veicoli, in crescita del 5%

Relatech +8,8% scatta sui massimi da quasi un mese grazie ai primi dati del trimestre chiuso al 31 marzo: ricavi totali +138% a/a a 13,3 milioni di euro, ricavi ricorrenti +114% a/a a 3,3 milioni.

Cy4gate +2,4% in verde grazie alla nuova commessa da circa 1,6 milioni di euro per la fornitura di una soluzione di Cyber Intelligence per un cliente nazionale.

Gli appuntamenti macroeconomici di oggi: alle 09:55 variazione n° disoccupati Germania, alle 10:30 indice Markit/S&P Global CIPS PMI manifatturiero Regno Unito, alle 11:00 tasso di disoccupazione e indice prezzi alla produzione eurozona. Negli USA alle 16:00 indice JOLTS (mercato del lavoro) e ordini all'industria, alle 22:30 variazione settimanale scorte petrolio (API).

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)