Piazza Affari: industriali in recupero. FTSE MIB +1,2%.

Il FTSE MIB segna +1,2%, il FTSE Italia All-Share +1,1%, il FTSE Italia Mid Cap +0,9%, il FTSE Italia STAR +0,6%.

BTP e spread in peggioramento. Il rendimento del decennale segna 2,97% (chiusura precedente a 2,90%), lo spread sul Bund 197 bp (da 195) (dati MTS).

Euro stabile a ridosso del massimo dal 5 maggio contro dollaro a 1,0607 toccato ieri a fine pomeriggio. EUR/USD al momento quota 1,0585 circa.

Mercati azionari europei in progresso: EURO STOXX 50 +1,1%, FTSE 100 +1,6%, DAX +1,3%, CAC 40 +0,9%, IBEX 35 +1,1%.

Future sugli indici azionari americani positivi: S&P 500 +1,0%; NASDAQ 100 +1,5%; Dow Jones Industrial +0,8%. Le chiusure dei principali indici USA nella seduta precedente: S&P 500 -0,58%; NASDAQ Composite -0,26%; Dow Jones Industrial -0,75%.

Mercato azionario giapponese in recupero, l'indice Nikkei 225 ha chiuso a +1,27%. Borse cinesi positive: l'indice CSI 300 di Shanghai e Shenzhen ha terminato a +1,95%, a Hong Kong l'Hang Seng al momento segna +3,0%.

Industriali in recupero dalle flessioni di ieri: CNH Industrial +2,8%, Stellantis +2,9%, Pirelli +2,0%, Prysmian +1,7%.

Bene i petroliferi: il greggio è stabile dopo il massiccio rimbalzo originato dai minimi di ieri pomeriggio. I future luglio 2022 segnano per il Brent 111,85 $/barile (da 105,70 circa), per il WTI 109,40 $/barile (da 103,30 circa). Eni +1,8%, Tenaris +1,9%, Saipem +0,4%.

Forte progresso per Nexi +4,6%: Paolo Virenti, a.d. di Piteco +1,8%, ha dichiarato al Corriere della Sera che i due gruppi hanno siglato un accordo per accelerare i pagamenti all'interno delle filiere industriali in modo tale da ridurre, quasi azzerare, i giorni di dilazione.

Buone notizie per Diasorin +1,4% che poco fa ha annunciato di aver ottenuto la marcatura CE del test ARIES Flu A/B & RSV+SARS-CoV-2 per l'identificazione e la differenziazione dei quattro virus respiratori più diffusi e delle infezioni da essi generate. Il test sarà eseguibile sulla piattaforma di diagnostica molecolare ARIES.

Si confermano deboli i titoli del settore lusso, penalizzati dalle ispezioni decise dalla Commissione Europea presso alcuni gruppi del settore: l'ipotesi è la violazione delle norme che vietano cartelli e altre pratiche dannose per la concorrenza. Moncler -0,8%, Tod's -1,0%, Brunello Cucinelli +0,2%. Sotto pressione Salvatore Ferragamo -0,8% a 15,57 euro: ieri Intesa Sanpaolo ha ridotto il target da 17,50 a 15,40 euro.

Ancora acquisti sul settore cybersicurezza dopo che Palo Alto Networks (+11% in after hours al NASDAQ) ha comunicato dati trimestrali e guidance migliori delle attese degli analisti. A Piazza Affari Cy4gate +1,4% e Cyberoo +1,6% guadagnano ulteriore terreno dopo i progressi delle sedute precedenti realizzati in scia all'approvazione a inizio settimana da parte del Comitato interministeriale per la cybersicurezza (presieduto da Mario Draghi) della strategia nazionale 2022-2026 e del Dpcm in materia di perimetro di sicurezza nazionale cibernetica. Molte le azioni di intervento definite con conseguente miglioramento delle prospettive dei gruppi attivi nel settore.

Gli appuntamenti macroeconomici di oggi: alle 16:00 indice fiducia consumatori eurozona.

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)