In una seduta ancora di arretramento per i mercati dell'Asia (a Tokyo il Nikkei ha segnato un netto declino dell'1,63%), sempre sui timori per l'emergere della variante Omicron del Covid-19, le piazze cinesi sono state maggiormente contrastate. Shanghai Composite e Shanghai Shenzhen Csi 300 perdono infatti lo 0,04% e lo 0,18% rispettivamente, contro il guadagno dello 0,39% dello Shenzhen Composite. Male invece Hong Kong: l'Hang Seng chiude infatti in calo dello 0,95% (andamento simile per l'Hang Seng China Enterprises Index, sottoindice di riferimento nell'ex colonia britannica, deprezzatosi dello 0,91%).

(RR - www.ftaonline.com)