Il Consiglio di Amministrazione di Prima Industrie S.p.A, società leader nel settore ad alta tecnologia dei sistemi laser e di lavorazione della lamiera e dei componenti elettronici per applicazioni industriali, si è riunito oggi per approvare il resoconto Intermedio di Gestione al 31/03/2021.

• FATTURATO consolidato a 82,3 M€ (+9,7% rispetto a 75,1 M€);
• EBITDA a 4,3 M€, pari al 5,3% sul fatturato (rispetto a 3,1 M€, pari al 4,1%); EBITDA adjusted a 5,7 M€, pari al 6,9% sul fatturato;
• EBIT a -0,5 M€ (rispetto a -2,5 M€); EBIT adjusted positivo per 0,8 M€;
• INDEBITAMENTO FINANZIARIO NETTO a 99,4 M€ (comprensivo di 35,8 M€ di debiti relativi a leasing), in netta riduzione rispetto a 133,5 M€ al 31/03/2020 e sostanzialmente stabile rispetto a 96,3 M€ al 31/12/2020;
• PORTAFOGLIO ORDINI a 147,9 M€ (rispetto a 141,3 M€ al 31/03/2020 e 124,7 M€ al 31/12/2020), ulteriormente incrementato a 163,4 M€ al 30/04/2021.

A margine del Consiglio il Presidente Esecutivo, Gianfranco Carbonato, ha commentato: "Dopo un 2020 segnato dalla crisi legata alla pandemia di Covid-19, che seguiva un periodo in cui già si era manifestato un rallentamento del settore, i mercati di riferimento del Gruppo stanno offrendo importanti segnali di ripresa. Come fisiologico per i beni di investimento, il recupero del fatturato non è così rapido come la ripresa degli ordini, ma l'importante backlog alla fine del primo trimestre (ulteriormente cresciuto a fine aprile) ci permette di confermare l'aspettativa di un significativo recupero di fatturato e redditività nel corso dell'esercizio".

(RV - www.ftaonline.com)