Prosegue il rialzo dello S&P500 che archivia la seduta di martedì con un +2,02% a 4089 punti (i prezzi hanno oscillato tra 4034 e 4091). Negli Usa la produzione industriale è cresciuta dell'1,1% mese su mese, meglio delle attese di un +0,5%. Jerome Powell, parlando ad un evento del Wall Street Journal, ha detto che la Fed continuerà ad alzare i tassi fino a che non vedrà scendere l'inflazione. Powell è convinto che la banca centrale riuscirà a contenere la crescita dei prezzi senza fare andare l'economia in recessione, anche se potrebbe esserci "some pain involved", in particolare il mercato del lavoro potrebbe subire della conseguenze e la disoccupazione salire leggermente dal minimo del 3,6% di aprile. Secondo Morgan Stanley il PCE core dovrebbe salire meno dello 0,3% ad aprile, al 4,8% annuo, meno del 5,2% di marzo. Lo S&P500 è arrivato con il top di martedì a 4091 a ridosso del lato alto del canale disegnato dal top del 21 aprile. Oltre quello segnale di forza per 4275 e 4308, massimi del 28 aprile e del 4 maggio. Solo sotto area 4040 rischio di discese verso 3935, base del canale discendente disegnato dal top di gennaio.

(AM)