Leonardo (+2,44%) attacca importanti ostacoli a 7,00 euro circa dopo averli messi sotto pressione per tutto il mese di agosto. Conferme oltre questo riferimento aprirebbero spazi di crescita verso 7,40/7,45, massimi di aprile e giugno, poi verso i massimi annuali a circa 8,00 euro. Discese sotto 6,65 metterebbero invece in discussione tale ipotesi, ma solo alla violazione della trend line che sale dallo scorso novembre, a 6,38 circa, le prospettive volgerebbero in negativo.

(CC - www.ftaonline.com)