Prysmian (+1,33%) sta recuperando terreno dopo lo scivolone della scorsa ottava. Tra il 9 e il 10 giugno sul titolo si è formato un "bearish engulfing" che ha interrotto il rialzo in atto da fine aprile a circa 30 euro. La rottura di questo limite spianerebbe la strada verso target a 31 euro, top di inizio anno. Sotto area 29, invece, target negativi a 27,90/28 euro circa.

(CC - www.ftaonline.com)