Settimana archiviata con un ribasso superiore ai 5 punti percentuali quella di Prysmian. Il titolo oggi perde ulteriore terreno: -1,4% a 27,63 euro. Equita ha confermato venerdì la raccomandazione hold sul titolo riducendo però il target da 35 a 34 euro. Il gruppo ha chiuso il primo trimestre 2022 con dati in crescita e superiori alle attese. A raffreddare gli entusiasmi sono le parole prudenti del management sui risultati attesi per l'attuale esercizio: c'è fiducia sulla possibilità di alzare la guidance sull'EBITDA adjusted (1,01-1,08 miliardi di euro) ma occorre aspettare i dati del secondo trimestre. Per quanto riguarda il free cash flow sarà probabilmente nella parte bassa della guidance (400 milioni ± 15%).

Graficamente il titolo è sceso il 9 maggio sotto la base del canale che ha contenuto il rimbalzo visto dal minimo dell'8 aprile. Il canale si è quindi dimostrato un "flag", figura di continuazione del ribasso precedente. Il rischio di assistere al proseguimento della discesa verso i minimi di febbraio a 26,28 è ora elevato, obiettivo successivo in area 24,50. Solo sopra i 29 euro primi segnali di ripresa che introdurrebbero il ritorno a 29,50 circa, poi target a 31 euro.

(AC - www.ftaonline.com)