Prysmian è sceso sotto il forte supporto offerto a 25,70 dal 61,8% di ritracciamento del rialzo dai minimi di fine ottobre confermando il segnale di debolezza già inviato il 19 febbraio con la violazione della base del canale crescente disegnato dai minimi di marzo 2020. Prossimo target a 24,70 circa, poi sul minimo di ottobre a 22,52. Solo recuperi oltre area 26,30 permetterebbero il test dal basso del canale a 28 circa.

(AM - www.ftaonline.com)