Tentativo di reazione per la borsa italiana che dopo un buon avvio ha però perso dinamismo chiudendo in marginale rialzo. Il FTSE MIB segna +0,22%, il FTSE Italia All-Share +0,17%, mentre il FTSE Italia Mid Cap -0,25% e il FTSE Italia STAR -0,54% hanno ceduto terreno.
BTP e spread in leggero peggioramento. Il rendimento del decennale segna 1,36% (chiusura precedente a 1,33%), lo spread sul Bund 144 bp (da 143) (dati MTS).
Indici azionari americani in netto calo dopo due ore circa di scambi. Nel pomeriggio e' stato reso noto che l'Indice S&P/Case Shiller, che misura l'andamento dei prezzi delle abitazioni nelle 20 principali citta' americane, ha evidenziato nel mese di novembre un incremento del 18,3% rispetto allo stesso periodo del 2020, in lieve rallentamento rispetto alla rilevazione precedente (+18,5%) e risultando superiore al consensus fissato su un incremento del 18%. Rispetto al mese precedente l'indice è cresciuto dell'1,2% dal +1,0% della rilevazione precedente.
Il Conference Board ha invece annunciato che l'Indice di fiducia dei consumatori e' sceso a 113,8 punti nel mese di gennaio dai 115,2 punti del mese precedente (rivisto da 115,8). Il dato e' risultato però superiore alle previsioni degli addetti ai lavori che attendevano un indice pari a 111,8 punti. La valutazione dei consumatori riferita alle condizioni attuali è diminuita a 148,2 da 144,8 punti precedenti. In crescita le aspettative dei consumatori per il mercato del lavoro salite a 90,8 da 95,4 punti precedenti.
A Milano forte ribasso per Leonardo -5,7% in scia a quanto riferito da Associated Press: due alti ufficiali militari del Kuwait sono accusati di corruzione nell'ambito dell'acquisto nel 2016 di 28 aeromobili Eurofighter Typhoon per un controvalore di 8,7 miliardi di dollari. Il prezzo pagato è considerato eccessivo se paragonato a quello sostenuto da altri Stati dell'area: il Qatar ha pagato 6,9 miliardi per 24 aerei. Il Typhoon è prodotto da un consorzio di aziende europee tra cui Leonardo (con una quota del 36%) oltre a BAE Systems e Airbus Defence & Space.
In rialzo i petroliferi. Il greggio è in recupero dai minimi dal 14 gennaio toccati ieri pomeriggio. Il future aprile 2022 sul Brent segna 86,8 $/barile (minimo a 84,22), il future marzo 2022 sul WTI segna 84,90 $/barile (minimo a 81,92). Eni +3,22%, Tenaris +4,62%, Saipem +3,50%. Bene anche i titoli del comparto bancario con Unicredit in progresso del 2,55% e Intesa Sanpaolo dello 0,91%. Soffrono anche oggi invece Iveco (-2,87%), Stellantis (-1,11%) e Cnh Industrial (-0,91%)
Ancora debole Diasorin -1,6% dopo il netto ribasso di ieri in scia alla debolezza del mercato e alle indiscrezioni di Reuters. L'agenzia ha riferito che, secondo fonti legali e giudiziarie, il GUP (Giudice per le Udienze Preliminari) di Milano Domenico Santoro ha rinviato a giudizio l'amministratore delegato Carlo Rosa e il presidente dell'ospedale San Matteo di Pavia Alessandro Venuti per insider trading. Secondo la Procura, Rosa e Venuti avrebbero rivelato a due persone che Diasorin aveva realizzato un test diagnostico per il Covid-19 prima che la notizia venisse comunicata ufficialmente il 7 aprile 2020. Sfruttando l'informazione le due persone (più una terza informata da uno dei due) avrebbero guadagnato 5500 euro. Nella serata di ieri Diasorin ha comunicato che "rinnova la sua piena fiducia nell'operato del proprio amministratore delegato" e che "confida che verrà fatta luce sulla sua estraneità".
Tod's -4,24% ha perso terreno nel giorno del cda per l'esame dei dati sui ricavi 2021. Il consensus pubblicato sul sito del gruppo marchigiano è per 842 milioni di euro, in progresso del 32,2% rispetto ai 637 del 2020. I Ricavi dell'esercizio 2021 sono in realtà risultati superiori alle attese: 884 milioni di Euro (+38,7%vs 2020 e -3,5% vs 2019). Ricavi del quarto trimestre in crescita del 9,6% rispetto al 2019. Vendite del canale e-commerce in crescita a tripla cifra rispetto al 2019.

(AC - www.ftaonline.com)