Il Consiglio di Amministrazione di Recordati, riunitosi in data odierna, ha nominato Andrea Recordati Presidente del Consiglio di Amministrazione e Robert Koremans – previa cooptazione nel Consiglio – Amministratore Delegato, facendo seguito a quanto già approvato nella riunione consiliare svoltasi il 16 luglio 2021. Da oggi diventano quindi efficaci le dimissioni rassegnate da parte di Alfredo Altavilla dalle cariche di Presidente e Amministratore di Recordati e da parte di Andrea Recordati dalla carica di Amministratore Delegato.

In particolare, a Robert Koremans sono delegati tutti i poteri – già attribuiti in precedenza ad Andrea Recordati – per la gestione ordinaria e straordinaria della Società, anche in esecuzione dell'attività di direzione e coordinamento svolta nei confronti delle società del Gruppo, ad eccezione di alcune operazioni di valore eccedente determinate soglie riservate alla competenza del Consiglio di Amministrazione. Andrea Recordati continuerà a partecipare all'elaborazione della strategia del Gruppo in supporto al nuovo Amministratore Delegato e al senior management del Gruppo.

Il Consiglio di Amministrazione ha, quindi, qualificato come amministratore esecutivo Robert Koremans, Amministratore Delegato. Andrea Recordati è qualificato come amministratore non esecutivo dalla data odierna.

Il Presidente Andrea Recordati, a nome del Consiglio di Amministrazione della Società, esprime ad Alfredo Altavilla i più sinceri ringraziamenti per l'importante lavoro svolto nel ruolo di Presidente dal 2020.

Previo parere favorevole del Collegio Sindacale, il Consiglio ha altresì confermato i termini dell'accordo - già approvato in data 16 luglio 2021 previo parere del Comitato per la Remunerazione e le Nomine - circa i termini della remunerazione di Robert Koremans; con particolare riferimento alla componente retributiva variabile di lungo termine, il Consiglio ha approvato l'assegnazione a Robert Koremans di n. 130.000 opzioni, a valere sul Piano di Stock Options 2021-2023, al prezzo di esercizio1 pari a € 56,01, il cui esercizio è subordinato al raggiungimento dell'obiettivo di performance cumulato sui tre esercizi compresi nel Periodo di Performance (2021-2023) fissato con riferimento all'utile netto rettificato.

(GD - www.ftaonline.com)