Il Consiglio di Amministrazione di Recordati S.p.A., riunito sotto la presidenza di Andrea Recordati, ha approvato i risultati consolidati dell'anno 2021 e il progetto di bilancio della Capogruppo in formato ESEF, nonché la Relazione 2021 sul governo societario e gli assetti proprietari richiesta dall'art. 123bis del Testo Unico della Finanza.

• Ricavi netti consolidati in crescita del 9,1% a € 1.580,1 milioni (+11,4% a cambi costanti)
• EBITDA in aumento del 5,8% a € 602,3 milioni
• Utile operativo in crescita del 4,5% a € 490,2 milioni
• Utile netto in crescita dell' 8,7% a € 386,0 milioni
• Utile netto rettificato in rialzo del 3,5% a € 424,6 milioni
• Free Cash Flow pari a € 469,9 milioni, in aumento di € 87,6 milioni rispetto al 2020
• Posizione finanziaria netta di € 736,5 milioni, in significativo miglioramento rispetto a dicembre 2020 • Perfezionata acquisizione di EUSA Pharma
• Dividendo per l'esercizio 2021 pari a € 1,10 per azione, di cui € 0,53 già pagato.
• Convocata Assemblea Ordinaria degli Azionisti per il prossimo 29 aprile 2022 in unica convocazione

Evoluzione prevedibile della gestione
In data 24 febbraio la Società ha reso pubbliche per l'anno 2022 le seguenti previsioni, ricavi compresi tra € 1.720 ed € 1.780 milioni, un EBITDA compreso tra € 630 ed € 660 milioni e un utile netto rettificato compreso tra € 450 ed € 470 milioni. Questi obiettivi ipotizzano un contributo di EUSA Pharma di oltre € 110 milioni di ricavi e circa € 25 milioni di EBITDA, a partire dal secondo trimestre dell'anno. Gli oneri non ricorrenti, che non sono compresi nell'EBITDA e nell'utile netto rettificato sono stimati in € 35 milioni, principalmente legati all'acquisizione ed integrazione di EUSA Pharma. Gli ammortamenti incrementali e ulteriori rettifiche non monetarie derivanti dall'applicazione del principio contabile IFRS3 all'acquisizione di EUSA Pharma, incluso l'adeguamento a fair value delle rimanenze di magazzino acquisite, saranno determinati sulla base del formale purchase price allocation. Questi obiettivi assumevano che l'acquisizione di EUSA Pharma fosse perfezionata nel secondo trimestre del 2022 e sono stati definiti prima del deterioramento del conflitto in Ucraina e della significativa svalutazione del Rublo verso l'Euro rispetto al cambio medio del mese di gennaio. Le vendite consuntivate nel 2021 dalle nostre consociate in Russia ed in Ucraina sono state rispettivamente di € 77 milioni e € 15 milioni. Con riferimento alla crisi Ucraina, il Gruppo Recordati ha individuato come priorità l'immediata sicurezza del proprio personale e sta implementando tutte le possibili misure ed iniziative per garantire la fornitura dei prodotti medicinali ai pazienti nei territori interessati dal conflitto. Nonostante la naturale resilienza del settore farmaceutico, il recente andamento operativo e la diversificazione del Gruppo, è difficile quantificare al momento i potenziali futuri impatti della crisi, stante la complessità della situazione e la sua costante evoluzione. Ove appropriato, i target del 2022 saranno aggiornati sulla base della data effettiva di completamento dell'acquisizione EUSA Pharma e dell'evolversi del conflitto tra Russia e Ucraina.

(RV - www.ftaonline.com)