Rimbalzo deciso per il future Eurostoxx 50 questa mattina. Il future sale dell'1,45% circa a 3552 punti. Dopo un avvio d'ottava che vede nuovamente in sell-off Wall Street (peggiore dei tre principali indici newyorkesi il Nasdaq, crollato del 4,29% lunedì), alla riapertura dei mercati europei si è visto un tentativo di rimbalzo. Per adesso l'impressione è che si tratti di una reazione all'iperveduto che aveva caratterizzato gli oscillatori di breve nelle ultime ore. I fattori ribassisti che hanno affossato Wall Street restano sul piatto e sono sempre gli stessi: guerra in Ucraina, stretta monetaria della Federal Reserve (Fed), inflazione sui massimi storici, lockdown in Cina. Secondo Song Seng Wun, economista di Cimb Private Banking citato da Reuters, "la crescita cinese sta affrontando venti contrari significativi" sia che si guardi all'indice Pmi ufficiale che al Caixin di S&P Global. Per Wun il ritorno alla spesa che è stato la reazione ai due anni di pandemia di coronavirus ora rischia di essere frenato dai costi di finanziamento più elevati. Il future Eurostoxx 50 ieri è arrivato a testare con i minimi di quota 3486 il 78,6% di ritracciamento (Fibonacci) del rialzo dai minimi di marzo, un supporto che per adesso ha tenuto. Perchè il rimbalzo in atto questa mattina possa estendere sarà tuttavia necessaria la rottura dei 3600 punti, solo oltre quei livelli verrebbe allontanato il rischio di assistere al ritorno sui minimi di marzo a 3380 in tempi brevi. Al di sopra di area 3600 invece prima resistenza a 3660, poi in area 3750.

(AM - www.ftaonline.com)