Expedia ha confermato la ripresa del turismo, dalla crisi del Covid-19, comunicando risultati per il primo trimestre segnati dalla riduzione delle perdite nette da 606 milioni, pari a 4,17 dollari per azione, a 122 milioni, e 78 centesimi. Su base rettificata il rosso si è attestato a 47 centesimi per azione, contro i 48 centesimi del consensus di FactSet. La società dello Stato di Washington (leader nelle prenotazioni turistiche online) ha registrato nei tre mesi una crescita dei ricavi da 1,25 a 2,25 miliardi di dollari, a fronte del rimbalzo degli ordinativi lordi da 15,42 a 24,41 miliardi (2,25 e 25,89 miliardi le stime degli analisti). Expedia scambia in rialzo di oltre l'1% in after market, dopo avere chiuso sostanzialmente invariata la seduta di lunedì al Nasdaq.

(RR - www.ftaonline.com)