L'S&P 500 è rimasto fermo per la commemorazione di Martin Luther King. L'indice americano ha fallito la scorsa ottava il ritorno sopra area 4750 ed è scivolato sul finale ai livelli di apertura. La candela settimanale è di tipo "doji" e segnala incertezza sulla strada da prendere. La vicinanza ai supporti in area 4600, trend line che unisce i minimi di dicembre a quelli di gennaio, fa temere che il potenziale testa e spalle ribassista in formazione dai massimi di metà dicembre possa essere completato dispiegando i suoi effetti negativi. Conferme in tal senso giungerebbero sotto quota 4600 e alla violazione definitiva di 4570/4580. Tale circostanza infliggerebbe un duro colpo alle aspettative di crescita di medio lungo termine per target negativi in area 4500 almeno, poi fino a 4300 circa. Solo oltre area 4750 verrebbe scongiurata la realizzazione di questo scenario, creando le premesse per un nuovo slancio verso i record a 4818 punti.

(CC )