Chiusura più alta di sempre per l'S&P 500, a 4247,45 punti (+0,19%). L'indice americano ha ritoccato di pochi punti i record di maggio a 4238 punti segnalando di possedere ancora propellente per estendere il rally verso nuovi obiettivi ipotizzabili a 4300 e 4400 punti. Va tuttavia osservato che la candela settimanale disegnata venerdì è di tipo "hanging man", simile a quella dell'ottava precedente. L'hanging man è una candela appartenente alla famiglia dei martelli e quindi dalle implicazioni ribassiste, fa temere che il rialzo sia arrivato almeno per il momento ad un punto morto. Per scongiurare l'avvio di una pausa, le quotazioni dovranno dunque spingersi oltre 4250 in modo deciso. Sotto area 4200 e alla violazione a 4170 circa della trend line che sale dai bottom di marzo 2020 verrebbero confermati gli indizi negativi, rendendo probabile una estensione della correzione verso almeno 4050 punti.

(CC )